Domanda:
Come rispondere a domande banali e ovvie?
JETM
2017-08-03 16:00:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono sicuro di come rispondere alle domande in cui è ovvio che il richiedente conosce la risposta.

Ad esempio, quando sono l'unico nella stanza in attesa dell'inizio di una riunione , arriva il project manager e dice "Sei l'unico qui?"

Non credo che lo intenda letteralmente, perché è molto intelligente. Non so come interpretare altrimenti la domanda. Qual è la risposta corretta a domande come questa?

La domanda non è del tutto stupida: potresti anche aver visto qualcun altro entrare prima, che è uscito velocemente per un momento (pausa bagno, ecc.).
Se hai una risposta, pubblicala qui sotto. I commenti non hanno la funzione di controllare correttamente qualsiasi cosa tu dica qui, quindi senza attività come il corretto voto e la modifica in stile wiki del contenuto, rispondere qui vanifica lo scopo di avere questo sito Stack Exchange.
Diciassette risposte:
#1
+65
Ilia Smilga
2017-08-03 17:12:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La domanda implicita qui sembra essere: " perché sei l'unico qui"; una possibile ragione per cui non lo chiede direttamente è per essere meno conflittuale (dopotutto non puoi essere ritenuto responsabile dell'assenza dei tuoi colleghi!).

Un'altra possibilità è che lei noti il ​​fatto che non c'è nessun altro nella stanza, vuole alcune informazioni aggiuntive al riguardo, ma non è sicuro di quale sia la domanda giusta da porre. (In effetti, alcune delle risposte fornite come esempi non fanno nulla per rispondere alla domanda "perché", ma forniscono comunque informazioni utili e pertinenti.)

La persona che chiede probabilmente si aspetta un qualche tipo di risposta sulla falsariga di:

  • "In realtà la signora Smith è già arrivata prima di me, ma è andata in bagno."
  • "Ho appena avuto il signor Brown al telefono, lui è al l'autobus insieme al resto della squadra e l'autobus si è rotto. "
  • " Gli altri mi hanno chiesto di dirti che la riunione è stata spostata nell'altra sala riunioni. "
  • "Sì, aspettiamo gli altri." oppure "Sì, ma posso già iniziare a informarti sul progetto prima che arrivino gli altri."
  • "Sì, perché in realtà sono l'unica persona che lavora al progetto di cui si occupa l'incontro."

Ovviamente la situazione più probabile è che non hai ulteriori informazioni da offrire, nel qual caso puoi semplicemente rispondere:

"Sì, non ho idea di dove tutti altrimenti lo è. "

#2
+42
NVZ
2017-08-03 16:08:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È principalmente che il richiedente sta solo cercando di fare chiacchiere e non ha trovato nulla di geniale da chiedere. Non sta facendo una buona impressione, ma è comunque una domanda normale da fare e qualcosa che fanno tutti.

Fare una chiacchierata prima di un colloquio o qualcosa sarebbe rilassante. Quindi stanno solo cercando di farlo. Ma a causa del nervosismo, non riuscire a fare domande significative.

Non arrabbiarti con queste domande e non rispondere nemmeno con un tono cattivo o sarcasmo.

Nel tuo caso , soprattutto perché è il tuo manager, rispondi alla domanda. Forse si aspettavano che fosse presente anche qualcun altro e volevano solo essere sicuri.

A volte, quando ricevo un nuovo taglio di capelli e quando un amico mi vede, potrebbe semplicemente chiedere: "Ehi, avevi un taglio di capelli? ". Vado semplicemente con "sì" ¯ \ _ (ツ) _ / ¯ e poi passo ad altri argomenti se è un buon momento per chiacchierare.

Ho anche esperienza con un mio cugino in particolare chi continua a fare le domande più sciocche ovvie come "stai guardando la TV?" quando è ovvio che lo sono. Mi infastidisco quando continua per un po '. A un certo punto comincio a ignorare le domande. E il bambino tornerà alle sue cose.

Non sapevo "duh", quindi l'ho cercato su Google, e dice, all'incirca "Grazie, capitano ovvio", il che significa anche che l'affermazione / persona è ["stupida"] (http://dictionary.cambridge.org / fr / dictionnaire / anglais / duh). È giusto ? Nel senso che intendi usarlo? È considerato maleducato o no?
@NVZ Penso davvero che le cose del "taglio di capelli" accadano a tutti. Quando succede con gli amici mi viene sempre in mente "no, di cosa stai parlando? Non ne avevo ... oh aspetta aspetta! Qualcuno mi ha tagliato i capelli durante la notte e non me ne sono accorto? Com'è possibile ! "
@OldPadawan Duh! È scortese dire "duh" a certe persone. Dillo solo ai tuoi coetanei che lo prenderebbero alla leggera. :)
Ok grazie. Dipende dalle persone con cui stai parlando. Per il taglio di capelli, di solito rispondo ai miei amici "no, i miei capelli sono caduti da soli ...", oppure "No, NVZ non guarda la TV, la TV guarda NVZ! [/ Modalità chuck norris]" ^ ^
A seconda del tuo rapporto con il richiedente, potresti andare con "Ecco il tuo segno" di Bill Engvall.
@MichaelRichardson: ROFL (anche se ho avuto problemi "minori" a comprendere alcuni dei "modi di parlare del Texas": senza offesa)
Ho usato per rispondere "No, li avevo tagliati tutti!" anche se neanche questo è accurato.
Accettato per aver affrontato la domanda più generale dietro l'esempio.
Non rispondere con sarcasmo è positivo, ma è tutto nel tono di voce. Rispondere con un sorriso e "no, ci sono diversi ninja nella stanza, ma stanno zitti perché pensano che non li abbia visti" potrebbe far ridere e forse anche migliorare l'umore del richiedente. Non farlo a meno che tu non sappia che questo approccio informale andrà bene, però, dipende da chi lo chiede, dal suo tono e se sai scherzare bene. Se il CEO irrompe e chiede "sei l'unico * qui?" in tono seccato, l'unica risposta corretta è un neutro "sì, non ho visto nessun altro (ancora)".
#3
+18
Kev Price
2017-08-03 16:12:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Essere intelligenti non è necessariamente correlato ad avere buone capacità sociali.

Stanno cercando un modo per comunicare perché ignorarti sarebbe scortese.

Spesso le persone formulano una domanda ovvia che otterrà in modo riflessivo una risposta positiva. È un'interazione a basso rischio e poco sforzo che non si tradurrà in conflitti ma aprirà la porta a ulteriori comunicazioni.

In risposta potresti usare l'opportunità per dire qualcosa di positivo su di te e poi chiedere come stanno o se puoi aiutare in qualsiasi modo.

Sì, ho questa cosa sulla puntualità. Se non sono in anticipo per qualcosa mi sento in ritardo. Hai bisogno di una mano per sistemare qualcosa?

* "Essere intelligenti non è necessariamente correlato ad avere buone capacità sociali." * A volte, è addirittura il contrario. Ergo, il tipico nerd.
Votato per * sfruttare l'opportunità di dire qualcosa di positivo su di te *.
#4
+12
danidemi
2017-08-03 16:14:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Risponderei gentilmente come se la domanda non fosse imbarazzante o ovvia. Come "Sì, sono solo io" .

Eviterei anche risposte sarcastiche come "Sì, sono solo io, come puoi vedere, a meno che tu non abbia è diventato cieco ".

Questo perché le persone a volte fanno domande del genere solo per iniziare una conversazione.

E ... se posso ... mi sembra che sei un po 'troppo severo nell'interpretare la domanda di qualcun altro. Il tuo manager ti ha chiesto "Sei l'unico qui?" . E immagino, dalla tua domanda, che forse hai pensato "Ovviamente sono l'unico qui. Lo puoi vedere. Allora perché preoccuparsi di chiedere?" .

Ma forse qualche tuo collega è appena uscito dalla stanza per rispondere a una chiamata in arrivo, forse un altro ha fatto una rapida visita in bagno. Come poteva saperlo?

C'è sarcasmo e c'è decisamente maleducato. Il tuo esempio di "sarcasmo" è in realtà il secondo.
#5
+7
Chris
2017-08-03 17:21:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In questo contesto interpreterei "Sei l'unico qui?" non in senso stretto e letterale, ma nel senso di incontrare i partecipanti. Possono vedere chiaramente che nessun altro è nella stanza, ma è possibile che qualcuno si sia presentato e, vedendo che non eri ancora in carica, è andato a prendere un bicchiere d'acqua o ad usare il bagno o simili.

In alternativa tu può essere consapevole del motivo per cui alcuni altri non sono presenti e possono fornire al richiedente queste informazioni.

Quindi, a seconda della situazione esatta potrei rispondere:

  • Finora, sì.
  • Bob era qui ma è appena andato a prendere un bicchiere d'acqua
  • Sì, Jim non sarà qui a causa di un'importante chiamata di un cliente.
#6
+5
Nobody
2017-08-03 17:20:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A volte questo tipo di domande non sono intese letteralmente ma hanno uno scopo specifico diverso dalle chiacchiere, penso che sia un angolo che manca alle altre risposte.

  • "Tu" sei l'unico qui? " probabilmente significa qualcosa come "Sono sorpreso che tu sia l'unico qui. Sai dove sono gli altri? Non c'è possibilità che stiano aspettando da qualche altra parte, vero? Qualcuno ti ha detto che non potevano venire o lo sarebbero stati tardi o qualcosa del genere? "
  • " Come stai? " potrebbe essere una frase priva di significato (in cui una risposta onesta non è necessariamente la benvenuta), o potrebbe effettivamente significare mostrarti che gli importa (mentre già sanno / vedono che stai male) o ovviamente potrebbe avere il senso letterale .. .
  • "Questo posto è occupato?" a volte è la domanda se ti dispiacerebbe se quella persona si sedesse lì, a volte l'affermazione che ora si siederanno lì perché vedono che non è preso e talvolta il senso letterale ...

Non riesco a pensare ad altri esempi in questo momento, ma ce ne sono molti e la risposta attesa è diversa ogni volta.

Oh dannazione, due risposte simili pubblicate mentre stavo scrivendo questo. -.- (e un terzo subito dopo)
#7
+4
innisfree
2017-08-04 05:23:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che tu abbia frainteso gli aspetti lingua / domande / interazioni sociali.

Il primo è formalmente noto come funzione fatica: molte domande / comunicazioni non servono altro che aprire un dialogo e mantenere una particolare atmosfera sociale. Questo è molto comune e la domanda del tuo manager vista sotto questa luce non è più stupida che chiedere "come va?" o dicendo "ciao".

Un altro malinteso è il modo in cui le persone fanno domande. Ad esempio, se conoscessi l'ora, come risponderesti alla domanda "hai tempo?". Presumo che decodificheresti il ​​messaggio nel senso "per favore dimmi l'ora, se ce l'hai" e diresti alla persona l'ora, invece di interpretare letteralmente la domanda e rispondere "sì".

Allo stesso modo , quando il tuo manager ha chiesto: "Sei l'unico qui?", potrebbe aver chiesto implicitamente "dove sono tutti gli altri? C'è qualcosa che non so su cosa sta succedendo? Aggiornami".

Quest'ultimo stile di comunicazione "hai tempo?" vs. "dimmi l'ora" o "che ora è?" ha anche un nome tecnico che ho dimenticato. Sarei grato se qualcuno potesse dirmelo.
#8
+4
Racheet
2017-08-03 17:38:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono sicuro che nessun'altra risposta abbia coperto il problema più grande per me. "Domande con risposte che ritieni banali" è solo un sottoinsieme appropriato di "Domande".

Sai già come rispondere a una domanda. Questo caso non è un caso speciale. Dovresti rispondere a una domanda con la risposta.

Per fornire un esempio funzionante della situazione descritta dall'OP, mi aspetto che la conversazione sia:

Capo: Sei l'unico qui?
OP: Sì, sono solo io.
Capo : O "Oh, capisco" o "Mi aspettavo che X fosse qui, sai perché non lo sono?"

Quindi semplicemente non diresti al capo se qualcuno fosse già lì e se ne fosse andato, ti avesse notificato di non partecipare o se ne fosse andato a prendere rapidamente un bicchiere d'acqua? Dagli solo quello che ha chiesto? A proposito, OP sta per Original Post, quindi quello che intendi probabilmente è OPer
#9
+4
John Hamilton
2017-08-03 19:12:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mia madre chiamava il telefono fisso a casa e mi chiedeva "Sei a casa, figliolo?", cosa che ho trovato davvero stupida da fare, ma in seguito ho scoperto che quello che intendeva veramente era "Stai andando essere a casa, se sì, per quanto tempo starai a casa, hai intenzione di andare da qualche parte oggi? ".

Le persone lo fanno e anche se trovo piuttosto fastidioso che mi venga chiesto questo tipo di domande, di solito lascio che le persone si muovano con un'alzata di spalle o spieghi loro, in dettaglio, ogni aspetto che la domanda avrebbe potuto significare.

Nel tuo caso, se fossi io, continuerei a spiegare la situazione. Dicevo al capo quello che sapevo, se sapevo qualcosa, di dove si trovavano tutti e perché non erano qui invece e continuavo a spiegare perché ero qui e non con loro. Questo di solito funziona per impedire alle persone di farmi questo tipo di domande, dal momento che vado avanti e avanti su ogni singolo dettaglio. Fallo una volta, e non avrai mai bisogno di farlo di nuovo, e se continuano a chiedere, fai spallucce e fallo.

#10
+3
Tom Au
2017-08-03 19:22:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Detto dal "capo", questo è un complimento e un'opportunità. Significa:

1) Sei il primo a presentarti e
2) Wow! Eri anche qui prima di me.

Con la sua domanda "banale", il capo ti ha dato quello che un editore chiamerebbe un "gancio". Vorrei "saltare" su questo con una risposta come "Sì. Cosa posso fare per te?

Se c'è un'idea o un progetto che vuoi presentare, questo è il momento migliore. Il capo ha praticamente detto che sei al di sopra del resto della folla (per il momento). E la domanda implicita (a cui ha risposto il mio commento suggerito) è: "Cosa farai per un bis?"

p> Molte domande apparentemente "banali" sono in realtà "caricate" (a volte senza che le persone si rendano completamente conto che è il caso). In questo caso, potrebbe essere stato un "reclamo" implicito. Una buona risposta ti dà la possibilità di "sparare con la pistola . "

Anche se proviene dal" custode ", vorresti essere cortese, ma la posta in gioco è più alta quando la domanda arriva dal capo.

@NVZ: Grazie per il tuo aiuto. Ti ho visto anche in altri post. Riceverai il tuo badge di editore molto velocemente.
#11
+2
user2191
2017-08-03 20:47:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una cosa che non ho visto menzionata esplicitamente negli altri commenti: le chiacchiere non riguardano ciò che viene detto verbalmente Ovviamente il manager sta solo riconoscendo la tua presenza e sta cercando di relazionarsi con te da quando sono le uniche due persone nella stanza. È un invito a parlare . Non parlare in una stanza con due persone potrebbe essere imbarazzante.

La maggior parte della comunicazione umana è non verbale. Come le altre risposte qui, potresti rispondere sinceramente dicendo "Bob era qui ma è appena andato a prendere un bicchiere d'acqua"

O meglio ancora, rispondi con un umorismo leggero , a seconda sul tuo rapporto con il project manager. Rispondere letteralmente è noioso Porta la conversazione da qualche parte ..

"Certo che sono qui! Sono sempre in sintonia"

"Ho solo non vedo l'ora di parlare del progetto! "

" Mi piace passare il tempo in questa stanza "

" Oh, abbiamo una riunione? Mi sto solo nascondendo da [ il cliente, il capo, Ralph della contabilità] "

" Siamo le uniche due persone che apparentemente sono puntuali "

... Oppure, se pensi che sia troppo irriverente . Follow-up con una domanda personale

"Ce l'ho fatta! Cosa ne pensi del nuovo progetto a cui sta lavorando Jim?"

"Sto qui. Cos'è successo ieri con quella chiamata con la produzione, dove sono le unità mancanti? "

" Non ho parlato molto con te ultimamente, come va il progetto X? "

#12
+2
user117529
2017-08-04 06:23:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In apparenza, è una domanda abbastanza priva di significato, quindi potresti usarla come:

  • un modo per ottenere maggiori informazioni ("Di chi altri abbiamo bisogno per iniziare?"),
  • un'apertura per chiacchiere ("Sì, a proposito, qualche notizia su (numero recente)"?),
  • un'opportunità per la commedia ("Sì, e io non anche interamente qui. ")

Non c'è una risposta giusta quando la domanda è così semplice, ma potresti avvalerti di quasi qualsiasi altra opzione lungo la gamma di risposte professionali.

#13
+1
Nat
2017-08-04 06:18:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sei l'unico qui?

Ti sta invitando a offrire qualsiasi informazione tu possa avere. Vuole essere una richiesta gentile e informale.


In alternativa, avrebbe potuto chiederti:

Perché non c'è nessun altro qui?

Alcune persone potrebbero interpretare questo come implicante (o almeno suggerendo) che dovrebbero essere in grado di rispondere alla domanda. Scegliendo la formulazione che ha fatto, ha evitato di sottintendere che dovresti sapere, riducendolo a un invito più gentile a offrire informazioni se ne avessi.

La risposta di @ NVZ ha indicato che potresti semplicemente andare ¯ \ _ (ツ) _ / ¯ , quindi passare a chiacchiere. Ed è esattamente quello che stava cercando di permetterti di fare; potresti offrire ciò che sapevi se avessi qualcosa da offrire, o potresti semplicemente scegliere ¯ \ _ (ツ) _ / ¯ .

#14
+1
ArrowCase
2017-09-05 23:00:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono già molte risposte pubblicate, ma mi sento ancora in dovere di sottolineare un punto che non credo abbia fatto nessun altro:

Probabilmente non è intesa come una domanda, solo una osservazione.

Il manager avrebbe potuto anche dire "Non c'è nessun altro qui, eh?" Questa non è davvero una frase interrogativa, punto interrogativo o no. Questo può essere visto come una forma di chiacchiere, o anche solo il tuo manager che parla da solo in un modo. Puoi rispondere con "Sì, immagino di sì" (una conferma altrettanto inutile) o "Sì" o niente. Questo è solo un modo normale in cui gli umani si esprimono (sorpresa o frustrazione per il fatto che nessun altro è presente, per esempio). Non ti preoccupare così tanto di come rispondere a questa non domanda.

#15
  0
Stilez
2017-08-04 15:00:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come altri hanno già detto.

Aggiungendo anche questo: nei panni dei tuoi capi, sarebbe molto imbarazzante e scortese con loro , entrare, trovare 1 o 2 persone lì e non dice loro qualcosa o ignorali. Potrebbero dire "ciao" o "piacere di vederti" * o "tutto pronto per te?" o molte altre cose, ma quella che citi è una bella domanda facile che non è indagatrice, non toglie concentrazione da loro, come quando la gente dice "buio fuori non è vero" o "macchina che non funziona di nuovo" o "aspetta la cena ? " o una qualsiasi delle mille altre domande che dice "Sono interessato e casualmente loquace, impegnato, non sono prepotente" e lascia a te se hai voglia di mormorare "mhm" o chiacchierare brevemente in risposta - entrambi andrebbero ugualmente bene. Una risposta adeguata sarebbe altrettanto leggera: "Sì, sembra interessante", "Serve il caffè!", "È importante". Ugualmente aperto a qualsiasi risposta o nessuna risposta, e riconoscendo di nuovo.

#16
  0
Kyle Thomas
2017-08-04 19:50:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non dare per scontato che la risposta sia ovvia. Rispondi alla domanda. L'esperienza mi ha insegnato che una persona può sentirsi sciocca dopo aver appreso le motivazioni di una domanda che sembra avere una risposta ovvia.

Queste domande ovvie a volte implicano una richiesta di conversazione. Abbraccia la persona verbalmente dopo aver risposto alla domanda. Si prega di essere così gentili da accontentare quando possibile. Non vuoi essere il tipo di persona che aiuta gli altri? Queste sono semplicemente richieste per la tua grazia sociale.

"Abbraccia verbalmente la persona dopo aver risposto alla domanda" Cosa significa?
Intendo un abbraccio verbale come gentilezza accogliente. Un "abbraccio verbale" è un altro modo per esprimerlo. Questa persona che ha posto l'ovvia domanda potrebbe avere una giornata peggiore di quella che tu abbia mai sperimentato in tutti i tuoi giorni di gioia, dolore, amore e paura. Sembra una strategia dominante nel gioco che gioco per vivere la mia vita il meglio che posso ad ogni decisione per essere al sicuro dal peggiorare una storia triste spendendo energia nella gentilezza.
#17
  0
Wanderer
2017-09-06 04:52:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono molti altri modi per interpretare la domanda.

Potrebbe essere un semplice "ciao", che significa "ok, ci vediamo, iniziamo una conversazione". Forse è timida, desiderosa di assicurarsi che tu sia "in contatto" con lei prima di parlare con te. Forse sta aspettando il suo tempo mentre cerca a tentoni nella sua mente ciò che aveva intenzione di discutere e si concentra. Forse sta parlando a se stessa come facciamo tutti a volte, nel senso, "ok, cosa significa?" Forse era sorpresa e non ha tenuto per sé la sorpresa. Forse non è riuscita a cogliere subito la situazione, ciò non significa che non sia intelligente.

La reazione migliore è legata a questo. Qualche versione discreta di "sì" andrà bene in tutti questi casi, credo; forse "è giusto" funziona, non conosco abbastanza bene l'inglese. Concentrati sull'argomento in questione, lascia senza molta attenzione queste sottigliezze della funzione mentale. Nessuno è un robot.

(A meno che non ci sia una ragione separata per pensare di essere trollato. Ma questa è una situazione diversa.)



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...