Domanda:
Come comunico ciò che voglio dire nella lingua in cui si svolge la conversazione quando non conosco la parola?
Mithical
2017-07-02 17:29:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono per lo più bilingue: parlo (si spera) un inglese decente e parlo un ebraico che è passabile per la maggior parte del tempo ( anche se ho un accento piuttosto forte su cui devo lavorare). Ma a volte mi imbatto in un problema in cui non so come dire quello che voglio dire.

Ad esempio, un paio di giorni fa stavo per suggerire di suonare la canzone in una chiave diversa, ma mi sono reso conto che non so come si dice "chiave" in ebraico ... dopo ho iniziato a parlare, e ho finito per non sapere come continuare. Questo è stato un po 'imbarazzante.

Come faccio a comunicare il mio punto di vista e a farlo capire, oltre a ridurre l'imbarazzo?

Mi rendo conto che avrei potuto semplicemente non dire nulla, ma io " Sto cercando risposte che spieghino come affrontare la situazione imbarazzante dopo che ho già provato e non sono riuscito a far capire il mio punto di vista.

Tre risposte:
#1
+17
John
2017-07-02 19:32:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è sempre solo da dire la parola nella lingua che conosci e abbinarla ad altri segnali come i gesti. Ma non sospendere troppo il filo della conversazione.

Ci sarà l'inevitabile pausa quando arriverai alla parola che non conosci. Una volta che sei lì, la gente supporrà che stai cercando una parola.

In questo caso, pronuncia la parola in inglese nella speranza che qualcuno nel tuo gruppo conosca la parola. Fortunatamente, l'inglese è comunemente studiato come lingua straniera.

Se non funziona, prova a gesticolare. Puoi provare la scala chiave: "do re mi ..." mentre gestisci con la mano diversi livelli.

Stai ancora ricevendo lo "sguardo da 100 yard"? Potresti voler ricominciare la frase usando un costrutto di parole che conosci.

Tutto questo dovrebbe accadere in un tempo relativamente breve. Se senti di aver dedicato abbastanza tempo al gruppo, ti suggerisco di scusarti e di invitare il gruppo ad andare avanti.

#2
+14
Monica Cellio
2017-07-04 02:52:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gesticolare e parafrasare, come suggerito qui, sono ottimi approcci. (Nel tuo caso probabilmente conosci le parole per "su", "giù" e "muovi", che dovrebbero aiutarti a far capire il tuo punto.)

Un'altra tecnica è quella che ho visto mia non -nativo-uso di colleghi di lingua inglese. Quando uno di loro sta parlando e si blocca, si ferma, alza un dito (il segnale "aspetta un momento" qui negli Stati Uniti) e dice qualcosa come "Non conosco la parola". Oppure, se è presente un altro collega con cui condivide la sua lingua madre, dirà "come si dice" in inglese, quindi pronuncerà la parola straniera e spesso si farà aiutare.

L'ebraico è un linguaggio compatto e veloce linguaggio, il che rende difficile sia seguire che inserire una pausa, ma forse " lo yada daver " o simili è ancora abbastanza conciso da funzionare, anche se sotto pressione non puoi coniugare o declinare correttamente - - devi solo far capire il punto.

#3
+2
Ramon Melo
2017-08-31 18:07:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Puoi sempre dire "come si chiama?" e proseguire con parole simili a quelle che desideri. Anche i madrelingua lo fanno, alla fine tutti dimenticheranno una parola o un'altra.

In alcune culture, puoi anche schioccare le dita ritmicamente per far sapere alle persone che stai cercando un determinato parola. Rende la pausa meno imbarazzante.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...