Domanda:
Come rispondere a un collega più anziano che usa fraseggi non ottimali quando si riferisce ad altri gruppi razziali?
Catija
2017-07-29 01:56:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Faccio parte di un'organizzazione comunitaria in Texas che interagisce e si rivolge a persone di tutti i gruppi etnici, sebbene la maggior parte dei membri sia "bianca". Sono un nuovo membro di questa organizzazione e di recente ho partecipato a una grande riunione in cui i membri sono stati suddivisi in sottogruppi in base alla regione della città in cui risiediamo. Poiché si tratta di un gruppo che richiede molto tempo libero, molti dei i membri sono persone anziane e in pensione che cercano di essere più impegnate civicamente.

Sono stata accolta da una donna anziana che ha proceduto ad accogliermi e ha menzionato alcune delle "difficoltà" della nostra regione della città facendo quella che ho considerato un'osservazione ben intenzionata ma molto scoraggiante sulla falsariga di:

Ci sono quartieri con persone ispaniche ma molti di loro non parlano inglese ei neri che non si fidano di noi. E poi ci sono i quartieri normali, che sono facili.

Siamo entrambi "bianchi" e la sua affermazione che i quartieri non bianchi sono in qualche modo anormali mi ha davvero infastidito e ho dovuto allontanarmi da lei perché non sapevo come rispondere. So che non intende essere casualmente razzista perché ciò va contro lo scopo di questa organizzazione e il nostro raggio d'azione, ma non sono sicuro di come risponderle a consiglio un fraseggio migliore del bianco = "normale".

Vorrei mostrare il suo rispetto perché è più vecchia di me ed è membro da molto più tempo di me, ma in quanto persona che si fa avanti, deve essere più consapevole del fraseggio che usa perché scommetto che parte del motivo per cui scopre che i "neri non si fidano di noi" è a causa del modo in cui esprime le cose.

Non sono sicuro che abbia più senso rivolgersi a lei direttamente o menzionare qualcosa al riguardo ai leader del gruppo per essere affrontato in modo più ampio sotto l'ombrello della formazione sulla sensibilità razziale.

Notare che uso intenzionalmente "bianco" tra virgolette. I gruppi di persone che sono stati considerati "bianchi" cambiano continuamente. Appartengo a due gruppi etnici che storicamente non erano "bianchi" - italiano e ashkenazita - ma nell'uso comune e moderno, appartengo a questo gruppo.
Interessante. Suppongo che "definire normale" sia quello che volevi chiederle. Destra?
@NVZ Praticamente. E immagino che anche solo sfidare il suo uso di "normale" chiedendole cosa intendeva sarebbe stata un'opzione. Era soprattutto perché ero completamente impreparato a imbattermi in questo. Non interagisco con molte persone e il tipo di gruppo è orientato a lavorare contro quel genere di cose, quindi è stato molto inaspettato sentirla dire quello che ha fatto.
Le persone possono smettere di contestare le risposte se questo sia effettivamente un problema? Chiaramente è un problema per Catija, e Catija vorrebbe una soluzione. Forniamone uno invece di entrare in dibattiti politici fuori tema.
Solo per essere notato: a volte gli afroamericani possono essere usati in modo errato. A volte non sono nemmeno americani. Nel caso fosse quello che consideri migliore.
@LampPost è certamente vero. Non sto parlando di "afroamericani", o anche di "neri", ma dell'implicazione che i quartieri bianchi siano quelli "normali". In realtà ho scritto una risposta a un'altra domanda su ciò che stai menzionando, quindi ne sono ben consapevole.
Sei risposte:
#1
+17
SQB
2017-07-29 03:09:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In genere alle persone non piace essere accusate di razzismo (o essere chiamate fuori, a seconda del lato da cui lo guardi). Probabilmente non si considerano razzisti; un razzista per loro è un membro del KKK che vomita N-parole.
E a nessuno piace essere giudicato.

Quindi, invece di dirle cosa non dire, chiedile del giudizio che lei ha emesso su quei quartieri. In particolare, prova a chiedere con un tono di voce neutro,

Cosa rende normali quei quartieri?

Si spera che questo la faccia fare una pausa e rivaluti il ​​suo linguaggio e le sue implicazioni, senza che tu l'abbia giudicata.

In caso contrario, e lei lancia in risposta un razzismo non casuale, almeno sai a che punto si trova e hai qualcosa di più esplicito da affrontare.

Si noti che questo potrebbe anche rischiare di aprire le porte a un razzismo casuale non intenzionale. Sono stato in questi casi; dove ho finito per rimpiangere di aver chiesto a qualcuno di chiarire la loro affermazione (partendo dal presupposto che fosse una frase sbagliata e cercando di dare loro la possibilità di correggere). Ma anche se è così, ciò non lo rende un fallimento IPS da OP, quindi la risposta si applica comunque.
#2
+5
apaul
2017-07-29 02:36:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Suggerirei l'opzione due. "Menziona qualcosa al riguardo ai leader del gruppo per essere indirizzato in modo più ampio sotto l'ombrello dell'addestramento sulla sensibilità razziale."

Ci sono buone probabilità che la persona che hai menzionato non si renda conto che parlare in quel modo si presenta come casualmente razzista. Se è stata coinvolta nel gruppo per un po 'e nessuno ha ancora affrontato questo problema, potrebbe essere indicativo di un problema più ampio all'interno dell'organizzazione e sarebbe probabilmente meno doloroso per tutti parlarne come un gruppo piuttosto che avere ciascuno di loro si sentono indicati come "razzisti" quando dicono o fanno qualcosa di inappropriato.

#3
+5
mkennedy
2017-07-29 02:40:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una possibile tecnica consiste nel riecheggiare le informazioni con un fraseggio migliorato. Questo può funzionare particolarmente bene ora che sei nuovo nell'organizzazione.

Ci sono quartieri con persone ispaniche ma molti di loro non parlano inglese ei neri che non si fidano di noi. E poi ci sono i quartieri normali, che sono facili.

Ecco un modo in cui potresti rispondere.

Quindi c'è una serie di quartieri. Alcuni sono più difficili da raggiungere in modo efficace a causa di una minoranza di anglofoni o della sfiducia dei residenti. È corretto? Cosa abbiamo fatto per contrastarlo?

Un problema con questo approccio è che potrebbe essere troppo sottile. La persona con cui stai parlando potrebbe non cogliere il cambiamento di formulazione.

Puoi rimpolpare un po 'questo? L'ultimo paragrafo è quello che mi stai suggerendo di dire? Penso che questa sembri una buona tecnica, ma ti sarei grato se estendessi un po 'la tua risposta. : D
Benvenuto in Interpersonal Skills Stack Exchange! Sentiti libero di fare il [tour] e controlla l '[aiuto]. Le risposte non dovrebbero solo dare un suggerimento, ma dovrebbero spiegare perché il suggerimento sarebbe vantaggioso per il lettore - in altre parole, discutere dove hai avuto l'idea della risposta (esperienza, forse). Se uso i tuoi suggerimenti, come posso essere sicuro che miglioreranno la mia situazione?
#4
+2
Ben M
2017-07-29 02:59:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dalle il beneficio del tuo dubbio e prenditi il ​​tuo tempo prima di considerare qualsiasi tipo di intervento.

L'interpretazione linguistica è altamente soggettiva. In particolare, certi modi di esprimere le cose possono implicare associazioni per alcune persone che per altri semplicemente non sono presenti.

Non sto difendendo l'uso del mondo "normale" per riferirsi a non ispanici / non -Quartieri neri, ma (deduco, in base alla tua domanda) che non hai ancora motivi sufficienti per chiamarla sulla sua terminologia.

Fai un passo indietro, concentrati sul dare il tuo contributo nel miglior modo possibile e guarda come vanno le cose.

Se dopo un po 'stabilisci che è effettivamente razzista, in questo caso, probabilmente una La salvatrice bianca che si identifica da sé: allora puoi decidere se prendere una posizione.

D'altro canto, potresti semplicemente concludere che è irrimediabilmente antiquata.

Benvenuto in Interpersonal Skills Stack Exchange! Sentiti libero di fare il [tour] e controlla l '[aiuto]. Le risposte non dovrebbero solo dare un suggerimento, ma dovrebbero spiegare perché il suggerimento sarebbe vantaggioso per il lettore - in altre parole, discutere dove hai avuto l'idea della risposta (esperienza, forse). Se uso i tuoi suggerimenti, come posso essere sicuro che miglioreranno la mia situazione?
#5
+2
Tom Au
2017-07-29 06:55:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Riaffermerei il commento alla donna "disinfettando" le parti più "razziste".

Primo, "Ci sono quartieri con persone ispaniche ma molti di loro non parlano inglese e i neri che non si fidano di noi". potrebbe essere un'affermazione "dura ma giusta". Certamente, è "franco".

La parte che trovo più offensiva è: "E poi ci sono i quartieri normali, che sono facili". Lo ribadirei come "E poi ci sono altri quartieri in cui le persone parlano inglese e si fidano di noi".

Primo, non si caratterizza qualcosa come "normale" o "facile" (o no). Secondo, non si esclude la possibilità che i quartieri neri o ispanici abbiano qualità desiderabili come "parla inglese" o "si fida di noi".

#6
-4
bobflux
2018-04-22 20:52:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"Ci sono quartieri con ispanici ma molti di loro non parlano inglese e neri che non si fidano di noi. E poi ci sono i quartieri normali, che sono facili."

Ci sono molti modi diversi per interpretarlo. Ad esempio, la cosa "abormale" potrebbe essere che le persone non parlano la lingua del paese (cioè l'inglese), o non si fidano dei membri della tua organizzazione comunitaria ... Nessuno di questi ha nulla a che fare con la razza problemi. Potrebbe essere un crimine anormalmente alto, o povertà, ecc.

Siamo entrambi "bianchi" e la sua affermazione che i quartieri non bianchi sono in qualche modo anormali mi ha davvero infastidito e ho dovuto allontanarmi da lei perché non sapevo come rispondere.

È un peccato, perché la cosa migliore da fare sarebbe stata dire qualcosa di molto semplice come "come mai?" e lasciare che spieghi ed elabori il suo modo di vedere le cose. Dato che lei è un vecchio membro dell'organizzazione e tu sei un nuovo arrivato, una conversazione in cui ti dà tutte le informazioni che desideri fluirà naturalmente. In effetti questa conversazione si verificherebbe da sola a meno che tu non la prevenga attivamente, ad esempio facendo tutto in base a una sola parola che potrebbe essere stata un malinteso, e poi te ne andrai prima che tu potessi avere tutte le informazioni ...

In altre parole, né tu né nessuno qui avete idea di cosa intendesse realmente. Sono tutte supposizioni.

So che non intende essere casualmente razzista perché ciò va contro lo scopo di questa organizzazione e il nostro raggio d'azione, ma non sono sicuro di come risponderle a consiglia una frase migliore di white = "normal".

Sì, se trascorre molte ore ogni settimana ad aiutare i poveri neri puoi essere abbastanza sicuro che non è razzista e probabilmente ha pensato che la tua reazione fosse stupida. Non fai menzione della sua reazione nella tua domanda, il che è sfortunato, poiché sarebbe utile sapere cosa sta pensando ... ma sono sicura che ti ha notato rabbrividire quando ha usato la parola "normale", poi quando lo hai goffamente è uscito dalla conversazione. Quindi, supponi che lei sappia esattamente cosa pensi e molto probabilmente si starà chiedendo come parlartene e risolvere il problema. L'intera situazione è così cliché che sarebbe difficile non farlo.

Quindi, puoi provare qualcosa del genere:

"Sai come alle persone della mia generazione viene sempre detto di stare attenti per non sembrare razzista, quindi la parola "normale" mi fa sempre rabbrividire un po '... "

È una frase in prima persona, senza accusa, inoltre dice la verità (cioè, ti sei fatto piccolo) e non dà per scontato che sia razzista, ma solo che potrebbe sembrare così a qualcuno di una generazione più giovane.

Non sono sicuro che abbia più senso rivolgersi a lei direttamente o menzionare qualcosa di questo ai leader del gruppo per essere indirizzato in modo più ampio sotto l'ombrello della formazione sulla sensibilità razziale.

Bene, hai mai gestito un'organizzazione no-profit? ... È semplice, questi le persone non sono pagate, quindi la massima priorità del manager è renderle felici. In altre parole, se da molto tempo fornisce gratuitamente un lavoro utile all'organizzazione, e tu irrompi e vuoi cambiare tutto, e poi fai appello all'autorità prima ancora di aver dimostrato il tuo valore ... un manager degno di questo nome vi indicherà la porta.

Se, come suggerisci, ti appelli all'autorità sulla base di un giudizio che potrebbe essere stato affrettato, allora sei sulla buona strada per creare un ambiente di lavoro tossico, e questo è il modo migliore per perdere le persone che lavorano gratuitamente.

Un singolo individuo tossico può distruggere una squadra, motivo per cui è la direzione 101 a sbarazzarsene il prima possibile. Questo tipo è facile da identificare, sono quelli che si concentrano più sul processo (come dovremmo fare le cose) che sugli obiettivi (che sono ciò che conta davvero). Quindi non essere quello che pronuncia le parole "addestramento alla sensibilità razziale". È sinonimo di "Sarò un dolore, per favore licenziami".

Se vuoi suggerire miglioramenti in corso (come "parliamo in modo più inclusivo" per esempio) avrai per dimostrare prima il tuo valore in modo che ti ascoltino e spiegano anche come questa non sia solo la tua idea stravagante, ma qualcosa che andrà effettivamente a vantaggio dell'obiettivo dell'organizzazione .

Quando dici "Scommetto che parte del motivo per cui scopre che i 'neri non si fidano di noi' è a causa del modo in cui formula le cose". questo ne è un buon esempio, tranne che in questo momento è solo un'intuizione, che potresti studiare in modo più approfondito, trovare più argomenti, magari chiedere alle persone di cui sopra, ecc.

Parla con la vecchia signora, inquadrandolo come un malinteso derivante da modi diversi di dire le cose per generazioni diverse. Starai bene.

"se trascorre molte ore ogni settimana ad aiutare i poveri neri puoi essere abbastanza sicuro che non è razzista" -> Hai qualche supporto per questa parte? Questa signora probabilmente non pensa di esserlo, ma non è mio che si comporti razzista qualche volta
"Ti appelli all'autorità sulla base di un giudizio che potrebbe essere stato frettoloso, quindi sei sulla buona strada per creare un ambiente di lavoro tossico" -> Hai sostegno per questa parte? Non vedo come dire "Penso che qualcosa non va, dovremmo aggiustarlo" stia creando un ambiente di lavoro tossico
"Questo tipo è facile da identificare, sono quelli che si concentrano più sul processo [..] che sugli obiettivi" -> Potresti modificare per dire che questa è la tua opinione e che altri potrebbero non essere d'accordo?
"Allenamento sulla sensibilità razziale. Questo è sinonimo di che sarò un dolore, per favore licenzimi." -> Questo non è un dato di fatto. Potresti modificare per riflettere questo?


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...