Domanda:
Chi dovrebbe identificarsi per primo al telefono: il chiamante o la persona chiamata?
user1760
2017-08-28 10:20:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questa potrebbe essere una cosa generazionale. Mi è stato insegnato che il chiamante si identifica sempre per primo. La persona che risponde dice "ciao", per stabilire che il contatto è stato stabilito, ma non ha l'obbligo di identificarsi. È a casa, fa gli affari suoi, ed è stata interrotta dal chiamante in quello che stava facendo. È obbligo del chiamante identificare prima se stesso.

Caller: Ciao, questo è ab2. Posso parlare con yz2, per favore?

Con amici intimi, che riconoscono la tua voce al telefono, uno potrebbe essere un po 'più informale:

Ciao , Signor Smith. Questo è un, posso parlarti, per favore?

Se chiamassi da un'azienda o da un ufficio, saresti più formale:

Questo è ab2 di IBM Corporation. Vorrei parlare con yz2 in Quantum Computing.

Ma le chiamate che ricevo ora, tranne che da amici intimi, iniziano chiedendomi bruscamente chi sono (Nota che ab2 è ora il chiamato; sopra era lei il chiamante):

È questo ab2? Ho bisogno di parlare con ab2.

A cui rispondo; "Chi è questo per favore?"

Spesso il chiamante, dopo un sussulto di sorpresa, si identificherà. Ma alcuni no. Fanno un altro tentativo per mettere in linea ab2 prima di fornire informazioni su se stessi. Sembrano pensare di essere troppo importanti e troppo affrettati per perdere tempo a parlare con qualcuno che non è il loro obiettivo. Di solito faccio un altro tentativo per scoprire chi è il chiamante, ma se chiede con insistenza ab2, riaggancio.

Sono perfettamente soddisfatto del modo in cui gestisco le chiamate. Non sono mai importanti. Ma sono curioso di sapere quando e perché si è sviluppato questo modello di invasione domestica delle telefonate.

Quindici risposte:
#1
+60
A J
2017-08-28 10:51:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se sei il chiamante, è necessario che tu dia le tue presentazioni a meno che non siano colleghi e parenti conosciuti.

Da Phone Etiquette di Hiltmon:

È responsabilità del chiamante assicurarsi che il destinatario sappia esattamente chi sta chiamando prima di passare alla conversazione.

Tuttavia, se sei il destinatario e il chiamante non si presenta, puoi dire qualcosa come

Posso chiedere chi sta chiamando?

Fonte

Se qualcuno si rifiuta di presentarsi o lo fa in modo scortese, puoi chiedere il motivo della chiamata. Se trovi questo motivo adatto, puoi parlare ulteriormente, altrimenti puoi dire loro di chiamare più tardi.

Nel mondo degli affari, il telemarketing è il modo più comune per sensibilizzare le persone sui loro prodotti e servizi. E questo ha portato a un aumento delle chiamate da numeri anonimi.

Per eliminarlo, mi sono avvalso del servizio Do-Not-Disturb, anche se non sono sicuro che sia disponibile negli Stati Uniti e se arriva ancora una chiamata, Chiederei solo loro chi sono. Se non sono rilevanti, di solito dico loro che sono occupato.

Inoltre, non presentarti ha l'ulteriore vantaggio di impedire ai telemarketing e simili di fingere di sapere chi hanno chiamato! Ho smesso di rispondere ai telefoni con il mio nome quando la conversazione è andata come "Ciao, questo è A" "Ciao, signorina A, è un bene che io possa contattarti ...". Raccontare ai telemarketing (che non hanno idea di chi sei) dal servizio clienti effettivo (che in genere HANNO i tuoi dati!) È diventato molto più semplice. Ci è voluto un po 'prima che la mia famiglia accettasse il motivo per cui l'ho fatto.
Per favore, ** non ** usale le ultime 4 parole a meno che tu non voglia davvero parlare con loro! Chiedere loro di richiamare in modo efficace dà loro il permesso di continuare a chiamare, il che è fastidioso e uno spreco sia per il tuo che per il loro tempo se in realtà non hai intenzione di parlare con loro.
L'unica eccezione a questo sarebbe se chiami un luogo che possiedi / risiedi. Esempio: se chiamo a casa dei miei genitori e una voce sconosciuta risponde, probabilmente non mi identificherei immediatamente e vorrei invece sapere perché uno sconosciuto stava rispondendo al telefono dei miei genitori.
Esiste il [National Do Not Call Registry] (https://www.donotcall.gov/) negli Stati Uniti e, sorprendentemente, funziona davvero bene.
+1 - le aspettative di base nelle interazioni facilitate dalla tecnologia dovrebbero generalmente essere basate su quelle di persona. Immagina che qualcuno venga alla tua porta inaspettato: non c'è praticamente nessuna situazione in cui sarebbe ok o previsto che il proprietario della casa si presenti (o condivida qualcosa) senza prima che gli venga offerta l'identità e lo scopo del visitatore.
L'unica eccezione che dovrei fare è se non sono sicuro di aver chiamato il numero giusto. Inizierei dicendo "ciao, è __". se è quello che mi aspetto, mi presenterei e, in caso contrario, mi scuserei per il numero sbagliato e riattaccerei.
* "L'unica eccezione che dovrei fare è se non sono sicuro di aver chiamato il numero giusto. Vorrei iniziare dicendo:" ciao, è questo __ ". Se è quello che mi aspetto, mi presento, e se no, mi scuso per il numero sbagliato e riattacco. "* - questo è un ragionamento eminentemente sensato, @Phoenix - noi in India lo facciamo come una routine, come ho notato in [la mia risposta qui] (https: //interpersonal.stackexchange.com/a/2729/381), perché la chiamata che va a un numero sbagliato (per errore di composizione o per problema tecnologico) è una possibilità rara ma molto reale.
"... digli di chiamare più tardi." O meglio ancora, per non chiamare affatto.
Nota che "Posso chiedere chi sta chiamando" è il modo più americano per dirlo. "Posso sapere ..." è molto indiano.
#2
+22
user510
2017-08-29 01:21:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Negli Stati Uniti era consuetudine prima della proliferazione dei telefoni cellulari che il chiamante si presentasse immediatamente.

Oggi, l'etichetta del telefono si è evoluta con la tecnologia. Il più delle volte la persona chiamata può già vedere chi sta chiamando guardando il display del proprio telefono ( ID chiamante ). Questo spiega anche perché alcuni chiamanti sono sorpresi quando chiedi chi sono: si chiedono perché non lo sai.

Inoltre, ora ci si aspetta spesso che preordini una chiamata telefonica (skype, facetime ...) tramite messaggio di testo prima di chiamare effettivamente. Questo è precisamente per evitare il tipo di chiamate di "invasione domestica" a cui alludi. Se una chiamata con una certa persona viene organizzata per un certo periodo di tempo, non ci sono (quasi) dubbi su chi sta chiamando in quel momento.

Fonte: Burt Silverman spiega come si è evoluta l'etichetta del telefono questo video sul sito web del Wall Street Journal.

Buon riferimento al cambiamento della tecnologia e delle norme. Il rovescio della medaglia è la tecnologia che non è cambiata: nella maggior parte dei casi, se ti chiamano, dovevano inserire il tuo numero e sapere di chi era già. Se hanno solo il tuo numero e non il tuo nome, quante probabilità ci sono che non siano un venditore ...
#3
+21
NVZ
2017-08-28 13:13:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il chiamante deve prima identificarsi.

Questo è l'approccio migliore quando si chiama qualcuno che non ti conosce già o ha il tuo nome nei suoi contatti. Ma i recenti cambiamenti potrebbero essere dovuti ai seguenti motivi:

Le persone di nuova generazione sono abituate ad avere ID chiamante o alcune app in grado di cercare numeri e mostrare possibili nomi. Oppure, essendo eccessivamente impegnati in un mondo altamente competitivo, saltano alcuni convenevoli o vanno al sodo.

Potrebbe non essere accolto bene dalla maggior parte delle persone.

Dico questo sulla base di la mia esperienza. Ho solo meno di 30 anni. A volte mi sono dimenticato di presentarmi quando chiamo qualcuno, perché nella mia testa ero concentrato su quello che volevo chiedere, e non è qualcosa che raccomando.


Un'eccezione sarebbe se gestisci un'impresa. Non vorrai allontanare potenziali clienti solo perché non si sono presentati per primi. Puoi avviare una conversazione con: "affari di ab2 / parlare di ab2. Come posso aiutarti?"

Riguardo alla tua nota alla fine: O meglio ancora, "affari di ab2, xy parlando. Come posso aiutarti?". Questa può benissimo essere una cosa culturale, ma trovo che sia un buon rompighiaccio anche quando si chiama un'azienda quando la persona dall'altra parte dà almeno il proprio nome (o comunque preferisce esattamente che si chiami). Può anche servire come un buon modo per spingere il chiamante a identificarsi, senza che il chiamante si senta * pressato * a farlo.
@MichaelKjörling Che sono d'accordo. Ma in questo caso, "ab2" è anche il nome della persona. Quindi, forse, "affari di ab2, parlare di ab2. Come posso aiutarti?". Risposta aggiornata.
Bene, non ho notato il nome utente di OP. Quindi magari fai quella "compagnia xy, ab2 che parla" invece. Il mio punto rimane lo stesso.
#4
+16
English Student
2017-08-28 12:54:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

(1) È interessante notare che i punti di etichetta del telefono riguardanti l'ordine delle dichiarazioni di conferma del numero e di autoidentificazione variano a seconda delle culture. Ho letto che in molte parti del Regno Unito le persone in realtà (abituate a) recitare il proprio numero di telefono come prima risposta a una telefonata, in particolare su una linea fissa.

Qui in India, quando si chiama una persona a casa o sul cellulare, è tipico prima confermare che la chiamata ha andato alla persona giusta, e solo allora identificare chi sta chiamando. Ciò è correlato al numero ridotto ma significativo di chiamate che possono andare al numero sbagliato , nel qual caso le persone pensano che l'identità del chiamante diventi irrilevante.

[Il telefono squilla . Non mi piace rispondere alle telefonate ma tutti gli altri sono occupati]

Io: Ciao ...

Chiamante: Ciao, è quella la casa di Dr.K (il Father of English Student)?

Io: sì ... chi sta parlando?

Caller: Questo è Tal dei tali, da Car Insurance Unlimited: vorresti estendere l'assicurazione della tua auto tramite la nostra azienda? Abbiamo delle belle offerte ecc. Ecc.

(2) Hai assolutamente ragione nell'affermare che

Spesso il chiamante, dopo un sussulto di sorpresa, identificare se stesso. Ma alcuni no. Fanno un altro tentativo per mettere in linea ab2 prima di rinunciare a qualsiasi informazione. Sembrano pensare di essere troppo importanti e troppo precipitosi per perdere tempo a parlare con qualcuno che non è il loro obiettivo.

Riceviamo una serie di chiamate di questo tipo in cui al venditore è stato "fatto trapelare" il numero di una persona apparentemente importante, finanziariamente benestante e presumibilmente cosciente dello status, alla quale da sola avrebbero potuto presentare la "dichiarazione di marketing del prodotto '- Mi chiedo se questo è ciò che insegnano loro le business school o cosa? A mio padre che una volta prese in mano il telefono di mia madre è stato rigorosamente detto che vogliono parlare di "vendere a Madam un veicolo costoso e di alto livello" e vogliono parlare solo a mia madre!

(3) un altro motivo comune per cui le persone non si identificano per prime è perché offre alla persona che risponde al telefono una possibilità e informazioni sufficienti per evitare o deviare la conversazione.

Me : Ciao ...

Caller: Ciao, stiamo chiamando da un'importante azienda che costruisce ville di lusso su immobili di prima qualità. Questa è la casa di Dr.K, il padre di uno studente inglese?

Io: Scusa. Numero sbagliato.

Con il dovuto rispetto per i venditori di tutto il mondo, tali situazioni sono fastidiose solo quando le telefonate vengono effettuate indiscriminatamente e il prodotto è commercializzato non fa affatto parte dei nostri piani a breve termine per il futuro. Ad esempio, il promemoria per estendere l'assicurazione auto è in tema e molto apprezzato.

Sono consapevole che le pratiche e le aspettative culturali sono diverse in negli Stati Uniti, ma ci siamo tutti evoluti in società più dirette e orientate al business: le nozioni di etichetta si evolvono costantemente in conformità con la cultura moderna e potrebbe non essere più scortese per il chiamante non identificare se stesso per primo, quando fa una telefonata.

In molti casi fa la differenza, @Patrick Trentin. Una persona in questa città che deve dei soldi a molte persone ha dato a sua moglie un elenco di persone che quando hanno chiamato al telefono e si sono presentate la moglie avrebbe detto "non è qui" o "numero sbagliato". Ci hanno aggirato in qualche modo, penso - probabilmente sono andati a casa sua di persona per chiedere il rimborso del prestito.
Sì, davvero, @Patrick Trentin. Il telefono non è più un mezzo di comunicazione affidabile (tranne che tra familiari e amici intimi) e il diffuso uso improprio del mezzo è parte del motivo per cui l'etichetta è caduta nel dimenticatoio. La posta elettronica sta rapidamente andando allo stesso modo, mi sembra.
Il rischio di deviare una chiamata di vendita fredda (o simile) con "scusa, numero sbagliato" sembrerebbe essere che il chiamante provi a chiamare di nuovo, credendo effettivamente che la chiamata * sia * in qualche modo errata.
Hai ragione, @Michaek Kjorling, ma se la persona chiama di nuovo il `` cliente '' è già mentalmente allertato e ha meno probabilità di prendere una decisione impulsiva - il mio punto era che come venditore vuoi che il cliente sia identificato e in linea di persona prima affermando il messaggio di vendita: presentandosi per primo il venditore può ** perdere l'elemento sorpresa ** che spesso si dice sia un fattore importante per il successo del marketing delle "vendite fredde". D'altra parte, questo articolo scoraggia la composizione casuale e consiglia al "chiamante a freddo" di pianificare in anticipo: https://www.entrepreneur.com/article/224931
"con il dovuto rispetto per i telemarketing di tutto il mondo" No. Non meritano nessuno. L'intero campo non è altro che un fastidio.
#5
+15
user2848
2017-08-28 17:02:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nei Paesi Bassi è abbastanza normale alzare il telefono e rispondere immediatamente con "ciao, sono [John] che parla, con chi sto parlando?" (l'ultima domanda è facoltativa). Dopo di che il chiamante si identifica.

Personalmente dico solo "ciao?" quando non riconosco il chiamante. Oppure ignora completamente la chiamata quando si tratta di un numero privato e non mi aspetto alcuna telefonata.

Confermato, chi solleva il telefono normalmente si identifica immediatamente e il chiamante dovrebbe fare lo stesso. Tuttavia, quando il chiamato sa chi sta chiamando perché appare nella sua rubrica, potrebbe anche rispondere immediatamente con "Hello John", che rende superflua l'autoidentificazione da parte del chiamante.
@MCEmperor ... e ascolta l'imbarazzante silenzio momentaneo perché era davvero Jane che chiamava, che prendeva in prestito il telefono del suo ragazzo per qualsiasi motivo.
@MichaelKjörling Awkward? Diresti che Jane non si aspetta che ti aspetti che John chiami?
#6
+8
Tom Au
2017-08-29 06:30:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il chiamante dovrebbe prima identificarsi. Hanno avviato la chiamata, quindi dovrebbero fornire "buona fede", o almeno stabilire un motivo per la chiamata, in modo che il destinatario si senta al sicuro. Solo allora il destinatario deve verificare chi è.

Ora, in una situazione lavorativa, un destinatario può essere il primo a identificarsi, ad esempio, con il nome della società. Ad esempio, "Hai raggiunto IBM. Parla Tom Au". Ciò si riflette bene sull'azienda.

Ma in una situazione di chiamata "privata", il destinatario non ha la protezione di un'azienda e ha bisogno di una protezione aggiuntiva.

#7
+5
Glen Yates
2017-08-28 22:30:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi è stato insegnato, rispondendo al telefono, che se il chiamante chiedeva qualcuno in casa, ma non si identificava, di chiedere "E chi devo dire che sta chiamando?". Se il chiamante non era disponibile, generalmente non riusciva a parlare con la parte richiesta.

Ricorda, la persona che viene chiamata non è, per regole di etichetta, obbligata ad accettare la chiamata e il chiamante è obbligato ad annunciarsi. Le regole per le telefonate sono state prese in prestito e quindi sono le stesse di quelle per le chiamate fisiche effettive (ovvero andare a casa di qualcuno e bussare alla porta)

Mi trovo negli Stati Uniti, quindi questi punti di etichetta potrebbe essere specifico per la mia lingua.

Benvenuto in Interpersonal Skills! Ti invito a fare il [tour] e visitare il nostro [aiuto] per saperne di più sul sito e sulle sue linee guida. Buona prima risposta, comunque. :)
#8
+4
user3399
2017-08-28 13:22:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A meno che il chiamante non sia una persona abbastanza vicina da essere riconosciuto senza problemi, dovrebbe cercare di identificarlo il prima possibile.

Il motivo è che il chiamante sa chi sta cercando di raggiungere e cosa vuole da quella persona. Ma la persona che sta ricevendo la chiamata non ha alcuna informazione sul chiamante. Quindi il chiamante dovrebbe divulgare queste informazioni per mettere entrambi i chiamanti sullo stesso campo di gioco.

* _ Il motivo è il fatto che il chiamante sa chi sta cercando di raggiungere e cosa vuole da quella persona. Ma la persona che riceve la chiamata non dispone di alcuna informazione sul chiamante. _ * Proprio per questo motivo spesso potrebbe essere utile agli scopi del chiamante * non * identificare prima se stesso, @user3399 - Ho fornito alcuni esempi nella mia risposta.
#9
+3
Džuris
2017-08-29 04:06:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sembrano pensare di essere troppo importanti e troppo affrettati per perdere tempo a parlare con qualcuno che non è il loro obiettivo. Chiedo agli arroganti se sono stati allevati in una stalla e riattacco. Spiego a quelli confusi che sono seduto a casa mia, badando ai miei affari e loro si intromettono, quindi dovrebbero prima identificarsi, cosa che di solito fanno.

Altre risposte hanno già discusso questo dal punto di vista dell'etichetta antiquata. Vorrei intervenire dall'altro lato - mi sento completamente l'opposto.

A volte ricevo una chiamata che inizia con "Ciao, questo è ..... da ....". Sto solo pensando "non potrebbe importarmene di meno". E contrariamente a te, lo trovo irrispettoso e arrogante. Perché questo tizio sta parlando di se stesso? La chiamata è anche indirizzata a me? Dimmi di cosa hai bisogno da me, non di te stesso.

Se questi dettagli sono importanti per il caso, mi chiederò chi è il chiamante, chi ha dato il mio numero, quali circostanze hanno portato alla chiamata, ecc. inizi a raccontare di te senza preoccuparti se ho bisogno di saperlo e ho il tempo di ascoltarlo: è ciò che considero arrogante.

Se chiamo qualcuno, cerco di trattarlo come vorrei mi sono trattata - dico "Ciao, ti chiamo perché ..." o "Buongiorno, volevo chiedere informazioni su ...".

+1 È sempre bello sentire un altro lato. Come ti sentiresti se il chiamante insistesse per verificare che eri Dzuris prima di dire qualsiasi altra cosa? Forse avrei dovuto renderlo più chiaro.
Se il problema è un chiamante troppo invadente, a volte uso "Non so" per rispondere se sono io. Oppure "dipende dall'argomento di cui volevi discutere" che fa intuire che sono io ma non interrompe la conversazione così velocemente come "Non lo so" e invita a chiarimenti. Nel tuo caso "dipende da chi sta chiamando" sarebbe una risposta che servirebbe sia per fornire al chiamante la verifica necessaria sia per affermare contemporaneamente che non sei interessato a continuare la conversazione a meno che tu non sappia chi sta chiamando.
#10
+2
Rolf
2017-08-29 04:46:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dipende dalla cultura. In molti paesi del Nord Europa, è comune alzare il telefono e annunciare immediatamente il proprio nome.

Credo che il chiamante debba prima identificarsi. I malati potrebbero (comprensibilmente) non voler fornire informazioni personali (come il loro nome) a chiamanti sconosciuti, che potrebbero avere cattive intenzioni.

Immagino che un'eccezione sarebbe se sei una celebrità con un nome riconoscibile, non vorresti annunciare il tuo nome prima di essere sicuro di avere la persona giusta dall'altra parte della linea, nel caso si tratti di un numero sbagliato.

Inoltre, se stai chiamando un'attività commerciale solo per chiedere alcune informazioni generiche e pubblicamente disponibili (come gli orari di apertura del ristorante), non ci sarebbe bisogno di identificarti, proprio come se stessi chiedendo indicazioni a uno sconosciuto per strada.

#11
+2
TOOGAM
2017-08-29 10:49:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono assolutamente abituato a non menzionare prima la mia identità se effettuo la chiamata. Questo è semplicemente per pura educazione.

Mi è stato insegnato che il chiamante si identificava sempre immediatamente.

Questo è decisamente l'ordine opposto della cultura che ero sollevato con. (Anche se, è vero, penso di ricordare vagamente di aver sentito dire che la generazione dei miei nonni potrebbe aver avuto quell'aspettativa.) L'aspettativa che avrei è:

  • che il ricevente scopra chi il chiamante sta cercando di raggiungere
    • a meno che il destinatario non sia ancora più gentile fornendo il nome del destinatario.
  • Quindi, il destinatario cerca di ottenere il destinatario sul telefono, se possibile.
    • Se ciò non è possibile, il destinatario lo dice. Se il destinatario è disposto a consegnare un messaggio, allora il destinatario può offrirsi di accettare un messaggio.
  • Una volta che il destinatario desiderato è al telefono e si è identificato, il il chiamante si identifica.
  • Quindi, se l'argomento di conversazione previsto non viene assunto, il chiamante identifica il motivo per cui è stata effettuata la chiamata.

Questo è il più rispettoso del tempo, compresi gli scenari professionali (chiamate di lavoro) e quelli meno professionali (quando un bambino ne chiama un altro e raggiunge un fratello nel mezzo). Il chiamante si è già preso il tempo di chiamare, attendere lo squillo e parlare con chi ha risposto al telefono. Quando il destinatario desiderato è al telefono, il "minimo che quella persona può fare" (per ottenere la minima cortesia) è autoidentificarsi in modo che il chiamante sappia che il chiamante ha completato la terza fase della telefonata (dopo aver composto, e squillano, le persone giuste sono ora su entrambe le estremità della chiamata).

Quando rispondo a un telefono condiviso, trovo meno educato se la persona che chiama si identifica con me quando non ho alcuna utilità per le informazioni. Se John è nelle vicinanze, allora perché mi interessa che il tuo nome sia Peter? Voglio solo sapere che stai cercando di contattare John, così posso dirgli che c'è una telefonata. Darmi un secondo nome, di cui forse non ho bisogno, non mi aiuta affatto. Semmai, potrebbe creare ulteriori opportunità per me di confondere i nomi. Perché caricarmi con quello? Ti sto facendo un favore a rispondere (quindi sai che qualcuno è nella posizione di destinazione) e presumibilmente sarò abbastanza gentile da dire a John che c'è una telefonata. Quindi ti sto facendo (come chiamante) un favore. Il minimo che puoi fare è ridurre al minimo la mia sfida nel farlo.

Se decido che John non è presente e mi offro di accettare un messaggio, allora forse sarò abbastanza fortunato da dirmi "No grazie. [Ti richiamerò più tardi.]" Fantastico. Quindi non ho nemmeno bisogno di prendere un messaggio. Di certo non avevo bisogno del tuo nome. Grazie per non averlo condiviso.

D'altro canto, se sto effettuando una chiamata, la mia intenzione desiderata è quella di raggiungere qualcuno (cosa che ho chiarito facendo squillare il telefono). Chiedendo una persona, chiarisco chi sto cercando di raggiungere. Francamente, chi sono davvero non ha importanza fino a quando non ho chiamato quella persona al telefono. Ho davvero solo bisogno che quella persona abbia un'informazione: chi sto cercando di raggiungere. Dare due nomi (chi voglio e anche chi sono) richiede solo più tempo da una persona che ha già iniziato a darmi tempo rispondendo al telefono. Non è probabile che imponga in modo scortese il mio nome, fino a quando non viene chiesto. (E, se mi viene chiesto prima che la persona faccia la cosa decente di farmi sapere se può metterla in linea, sono leggermente infastidito dalla leggera scortesia della selezione della chiamata.)

Se qualcuno inizia a farmi domande, come la mia identità, prima di dare qualsiasi indicazione sull'intenzione di collaborare con la cortesia comune di avere la persona giusta al telefono, allora sono un po 'sorpreso della violazione di ciò che ho credo sia la comune cortesia (che ho appena individuato). A quel punto, sospiro internamente e inizio a giudicare se sto andando da qualche parte per raggiungere il mio obiettivo (essere in grado di comunicare le informazioni al destinatario desiderato ), o se questa persona sta per sprecare troppo del mio tempo. Se gli sforzi richiesti superano l'importanza di comunicare ora, potrei semplicemente smettere di giocare a giochi stupidi e provare a contattare la persona più tardi, possibilmente di persona.

A tutt'oggi, rispondo alla maggior parte del mio telefono chiama facendo la cosa educata, che è fornire il mio nome alla persona che chiama nel mio saluto iniziale. ("Ciao, questo è X"). Le uniche volte in cui tendo a non farlo è quando l'ID chiamante indica che si tratta di una persona che riconoscerà la mia voce con un semplice "Ciao", o quando rispondo a un numero di telefono con cui È probabile che riceva chiamate da più persone che potrebbero conoscermi con nomi diversi (poiché, per evitare conflitti di nomi duplicati, ora vado principalmente con il mio secondo nome, ma molte persone mi conoscono da prima che tendessi a farlo).

"Sono perfettamente soddisfatto del modo in cui gestisco le chiamate." Ti ho letto forte e chiaro, ab2. Non ho discusso a lungo con l'aspettativa di trasformarti in un convertito. Ho semplicemente cercato di spiegare i vantaggi percepiti che vedo nel sistema / modo di fare le cose a cui ero abituato. Mi rendo pienamente conto che ci sono più risposte votate che, come la domanda, sembrano favorire l'approccio opposto di quello che ho menzionato.
Punto degno di nota: * "se sto effettuando una chiamata, la mia intenzione desiderata è quella di contattare qualcuno (che ho chiarito facendo squillare il telefono). Chiedendo una persona, sto chiarendo chi sto cercando di contattare. Francamente, chi sono veramente non importa fino a quando non ho chiamato quella persona al telefono. "* - quindi devi identificarti solo se la persona giusta è in linea, ** o se la persona che risponde al telefono insiste: * * Esempio: * "Posso parlare al signor Tal dei tali? / Chi sta chiamando? / È quello il signor Tal dei tali? / Posso dirtelo solo se dici chi sta chiamando: insisto su quello / questo è @TOOGAM / OK questo è Tal dei tali. "*
@EnglishStudent: Eh? Sembra che tu stia facendo un grosso problema con la parola "insistere", che non è una parola che ho usato.
'Insist' è una risposta a questa affermazione: * "Francamente, chi sono davvero non ha importanza finché non ho chiamato quella persona al telefono." * Nota, @TOOGAM, volevo dire che non avresti avuto altra scelta che presentarti * se la persona che risponde al telefono ** insiste ** su di esso prima di procedere con la propria identificazione. * In altre parole, la persona che partecipa alla chiamata ha più controllo sullo scambio di informazioni rispetto al chiamante. Questa non è una critica alla tua risposta, ma una riflessione sulla situazione nella domanda di OP.
Se il destinatario è scortesemente esigente tentando di essere il controllore della conversazione, insistendo per costringermi a discutere di qualcosa che davvero non ha importanza (in particolare, la mia identità), allora sta tentando di forzare il chiamante in una conversazione che sembra non essenziale a quel punto della chiamata. In realtà affronterò specificamente questo scenario nel penultimo paragrafo della risposta. E potrei avere una scelta (a seconda di quanto ci tengo a raggiungere il mio obiettivo di comunicare con la persona), come indicato nello stesso paragrafo.
Per quanto riguarda l'esempio del primo commento di @EnglishStudent's alla mia risposta, direi che "chi sta chiamando" sta iniziando a suonare infantile, che è il tipo di cosa che intendevo con "giocare a giochi stupidi". Ma in questo gioco, ignorare la domanda è ancora più infantile. Non è la mossa giusta. Le mosse giuste sono: 1) iniziare a giocare al gioco di domande e risposte al contrario e sperare che sia finita con la prima domanda, o 2) determinare semplicemente che non ne vale la pena e rispondere con "Non importa, non preoccuparti" (con un tono di voce che ricorda gli occhi al cielo) e riattaccare con la segretaria telefonica poco collaborativa.
Molto vero, @TOOGAM: aiuta anche se il * chiamante * non si preoccupa di identificarsi con chi risponde alla chiamata, a meno che non sia così importante che ciò dovrebbe essere fatto solo quando il destinatario previsto è effettivamente in linea. Se comunque la chiamata non è così importante, puoi semplicemente rifiutare e riagganciare. Come ho detto nella mia risposta, questo non è un punto controverso qui in India, dove il chiamante in genere "chiede" con chi vuole parlare e la persona che risponde alla chiamata si identifica o dà il telefono al destinatario: * no l'offesa viene solitamente presa se il chiamante non si identifica per primo. *
Ecco il mio punto di vista: il chiamante si sta intromettendo e può identificarsi o essere espulso. Francamente, non mi interessa cosa vuole o intende il CALLER, perché non so chi sia il chiamante: potrebbe essere un esattore di banconote, un ladro o un politico, o semplicemente qualcuno che vuole chiedere se c'è un principe alberto in una lattina
#12
+2
jmoreno
2017-09-01 04:01:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il protocollo con cui sono stato cresciuto è un po 'diverso da tutti gli altri finora: il chiamato parla immediatamente, ma non deve identificarsi. Invece identificano la loro posizione.

Come "Residenza Moreno, posso chiedere chi sta chiamando?" o "Azienda X, posso aiutarti?". È accettabile anche il numero di telefono "Hai raggiunto il 555-1234, chi sta chiamando".

Fondamentalmente il chiamato parla per chiarire che la chiamata è riuscita, ma non ammette alcuna identità particolare. Questo dà al chiamante l'opportunità di rendersi conto di avere il numero sbagliato senza identificare se stessi. Se il chiamante rifiuta di identificarsi, il chiamato dovrebbe semplicemente riagganciare. Nessuna spiegazione, nessuna domanda aggiuntiva (oltre a chiedere chi sono di nuovo / in un modo diverso) o risposte, riattacca.

#13
+1
user3316
2017-08-28 20:15:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho un'interpretazione leggermente diversa. Quando si chiama qualcuno, si sente "squillare", poi silenzio, quindi si ripete. A meno che la persona non interrompa uno squillo, il chiamante non saprà di aver risposto per un secondo. Questo da solo è un motivo sufficiente per me per identificarmi prima.

Per inciso, scherzo con mia moglie in quel modo. Rispondo al telefono senza dire niente. C'è una lunga pausa, poi dice qualcosa come "oh, hai risposto?"

Quindi, dico la persona che viene chiamata deve prima identificarsi . Normalmente dico:

"ciao, questo è [nome]"

"Ciao, questo è [nome], ti chiamo perché ..."

Quindi il chiamante può ottenere quello che vuole. Questo fa un passo prima che arrivino al motivo della chiamata. Se aspetti che l'altra persona parli per prima, possono essere necessari due passaggi:

"Ciao, sono [nome] che chiama [nome]"

" Sì, questo è [nome] "

" Beh, chiamo perché ... "

Se parli prima senza identificarti, sono tre passaggi:

"Ciao, con chi sto parlando?"

"Salve, sono [nome] che chiama [nome]"

"Sì, sono [nome]"

"Bene, sono chiamando perché ... "

Ricevo molti numeri casuali per affari e questo metodo si traduce in un inciampo meno imbarazzante da entrambe le parti.

#14
+1
Stephan Branczyk
2017-08-29 14:05:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Chi dovrebbe identificarsi per primo al telefono: il chiamante o la persona chiamata?

Dipende.

Se chiami un interesse romantico (o il tuo "amico" di esca), non ti identifichi per primo. Per quanto ne sai, stai parlando con la ragazza o il ragazzo.

Se chiami un'azienda, l'attività che riceve la chiamata dovrebbe sempre identificarsi per prima.

Tuttavia, se un operatore di telemarketing, un esattore di crediti, un truffatore, un esattore di sondaggi o un'azienda con cui hai appena fatto affari chiama un privato. Hanno così paura di essere riattaccati dalla terza parte che ha risposto al tuo telefono che eviteranno di dire il più possibile (e a volte, potrebbero persino provare a mentire e far capire che è una chiamata personale).

FINE DELLA MIA RISPOSTA FORMALE

Negli Stati Uniti, questo è effettivamente un grosso problema. So che qualcuno ha menzionato il "Non chiamare registro" ma le chiamate politiche, i sondaggi politici e le richieste di raccolta fondi per organizzazioni non profit (o artisti della truffa che fingono di raccogliere fondi per organizzazioni non profit) sono esenti e la maggior parte delle chiamate automatiche e dei telemarketing automatici chiamata dal Canada o dall'altra parte del mondo. Quindi non c'è davvero nulla che possiamo fare per inseguirli quando infrangono la legge.

Ciò che lo rende peggiore è che quei dialer automatici e robocaller falsificheranno anche il loro ID chiamante con un numero di telefono locale che è volutamente molto simile a quello che stanno chiamando. E molte volte, quei robocaller abbandoneranno la chiamata se ricevono un messaggio vocale. Oppure i compositori automatici abbandoneranno più telefoni che squillano a metà prima che una persona risponda non appena il proprio operatore umano è impegnato con un'altra chiamata.

Quindi le persone richiamano quei numeri pensando di aver perso una chiamata legittima. E, naturalmente, quelle persone che ti richiamano non diranno chi sono per prime perché credono che tu sia quello che le ha chiamate in primo luogo (anche se, se è quello che è successo, di solito può essere accertato, perché loro ' Ti dirò: No, sei stato tu a chiamarmi per primo! Dimmi chi sei.)

In Europa, questo semplicemente non accade. Se hai un cellulare in Europa e se hai scelto lo stesso piano cellulare economico che hanno tutti gli altri. Quando un operatore di telemarketing chiama il tuo cellulare, è come se chiamasse un numero 900, quindi sta pagando a caro prezzo la chiamata. Negli Stati Uniti, non è possibile. Molto presto, il congresso degli Stati Uniti ha emanato una legge secondo la quale le telefonate ai telefoni cellulari statunitensi dovrebbero costare esattamente come le telefonate ai telefoni fissi statunitensi, il che significa che non costano quasi nulla per chi chiama (ma ciò significa anche che i telefoni cellulari nel Gli Stati Uniti possono avere gli stessi prefissi dei telefoni fissi).

Questo è divertente perché si suppone che l'Europa sia quella socialista con troppe regole e conseguenze non intenzionali. Ma in questo caso, è l'eccessiva regolamentazione socialista degli Stati Uniti che ha creato queste telefonate a costo zero, che ora i venditori senza scrupoli stanno approfittando inondando le nostre linee con milioni di chiamate illegali ogni giorno.

"Se chiami un'azienda, l'azienda che riceve la chiamata deve sempre identificarsi per prima." -- Verissimo. Quando rispondo al mio cellulare personale mi aspetto che il chiamante si identifichi, ma quando rispondo al telefono dell'ufficio, rispondo sempre e annuncio "Ciao, sono con , posso aiutarti?" o qualcosa in tal senso.
#15
  0
jstyles85
2017-08-30 22:45:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In un ambiente personale, la persona che riceve la chiamata dovrebbe rispondere al telefono con un saluto, ma non necessariamente con un'identificazione. Il chiamante dovrebbe sempre identificarsi per primo. Come qualcuno che avvia una chiamata a una residenza, dovresti avere un elenco piuttosto breve di persone a cui ti aspetti di rispondere dall'altra parte. La persona che riceve non ha idea di chi potrebbe chiamare (potrebbe essere chiunque nel mondo) senza ID chiamante.

L'eccezione sarebbe se sei un visitatore a casa di qualcun altro e rispondi al suo telefono per suo conto. Se stai visitando la famiglia Jones e decidi di rispondere al telefono, un saluto appropriato potrebbe essere semplicemente: "Ciao, residenza Jones".

In un contesto aziendale, tuttavia, è consuetudine identificare sia il nome dell'azienda che il tuo quando rispondi a un telefono: "Ciao, riparazione auto Jones, parla Bill".



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...