Domanda:
Il modo migliore per dare a un collega la possibilità di condividere con me informazioni personali (religiose) che ho già sentito da qualcun altro?
Jess K.
2017-12-18 20:54:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questa è la mia prima stagione delle vacanze nella mia attuale azienda. Recentemente ho notato che uno dei membri del mio team, "Alice", non partecipava a nessuno degli eventi sponsorizzati dal lavoro. Quando ho chiesto a un collega, mi hanno informato che Alice aveva certe credenze religiose che le impedivano di celebrare qualsiasi festività (compleanno incluso).

Con tutti i mezzi, per me va bene.

Tuttavia , poiché non è stata Alice a dirmelo, io mi sono sentita in qualche modo scortese nel non riconoscere la sua mancanza di presenza agli eventi a cui hanno partecipato tutti gli altri. Dal momento che Alice non sa che io conosco queste informazioni su di lei, ho paura di sembrare indifferente alla sua presenza.

D'altra parte, mi preoccupa chiederle apertamente perché non ha partecipato a questi eventi, rischio di sembrare presuntuoso e sprezzante del suo diritto di credere in qualcosa di diverso dalla maggior parte delle persone della nostra azienda.

Detto questo, qual è il modo migliore in cui posso preparare il terreno affinché Alice scelga se condividere o meno queste informazioni con me stessa?

Giusto per chiarire, mi sento principalmente scortese perché sto agendo sulla base di informazioni sulla vita personale di Alice che Alice non ha condiviso con me stessa. Vorrei "preparare il terreno" affinché lei scelga di condividere queste informazioni con me (o meno) e sono a mio agio con qualunque cosa scelga.

Ti senti scortese riguardo a una scelta che Alice, da adulta, ha fatto per se stessa? Se si sentiva a disagio per non essere presente, potrebbe averti detto qualcosa lei stessa. Dal momento che non l'ha fatto, si sente chiaramente come se non fosse un grosso problema (per lei). Perché spingere la questione?
Mi sento solo scortese perché se non partecipassi a un'intera serie di eventi e nessuno mi chiedesse dove fossi stato, mi sentirei come se nessuno sapesse che ero andato. Ho sempre pensato che fosse educato riconoscere l'assenza di qualcuno per fargli sapere che pensi a loro.
Io e Alice non comunichiamo quotidianamente (quindi non mi aspetto che lei si avvicini a me e lo annunci, perché sarebbe un po 'strano) ma abbiamo avuto una relazione positiva e la natura di questo compagnia è trattare tutti come se fossero tuoi amici, il che mi fa sentire scortese per aver respinto le mie azioni istintuali di comune cortesia (chiedendo ad Alice dov'è stata) senza che lei si rendesse conto del motivo per cui lo sto facendo.
@JessK. Potresti essere interessato all'opinione opposta: mi offendo, e lo considero leggermente scortese, quando le persone presumono che avrei dovuto assistere a qualcosa e vogliono sapere perché non ero lì.
Questi eventi sono al lavoro, dove sei ancora pagato per venire a mangiare torta gratis e bere bevande gratis? O sono dopo il lavoro, in qualche luogo lontano? Se sono dopo il lavoro, il tempo da solo potrebbe fermare alcune persone, ma torta gratis al lavoro ...
@Xen2050 Mix di entrambi. Più di recente, durante la giornata lavorativa abbiamo organizzato un evento (intitolato "Department Christmas party") per il nostro dipartimento in cui tutti venivano a mangiare e a giocare per vincere i premi. Si potrebbe dire che è fuori dal carattere nella cultura della mia azienda non partecipare a eventi in loco (dal momento che sono tutti sponsorizzati e pagati, INOLTRE il nostro lavoro è molto lassista, quindi il nostro dipartimento in particolare è noto per essere sempre il primo a eventi in loco).
Probabilmente l'ha detto ad altre persone / al manager sul posto di lavoro e probabilmente presumerebbe che le informazioni si sarebbero semplicemente diffuse. Ad esempio, se un giorno manca qualcuno dal mio lavoro, qualcuno potrebbe chiedere: "dov'è xx" e qualcun altro (di solito il manager) risponderà con "è dal dentista" o simile.
Ad essere onesti, sembra che non sia la tua cera d'api. Alice non deve a te, oa nessuno, una spiegazione per la mancata presenza. Il fatto che abbia spiegato a qualcuno non la obbliga a spiegare a tutti. Dato che qui sai già il motivo, non riesco a capire perché vuoi che lo spieghi di nuovo.
Se Alice è una testimone di Geova, probabilmente non le dispiacerebbe che lo chiedessi. La predicazione è una parte importante della fede.
@SteveCox Lei in realtà ** è **. Se non avessi una certa familiarità con questo essere una parte della loro fede, penso che il mio atteggiamento nell'imparare di più su Alice sarebbe diverso. Grazie per quel commento!
Come lo sapeva il tuo collega? Se Alice condividesse queste informazioni apertamente, in modo da non dover continuare a spiegarle o sviare, probabilmente non considererebbe scortese che tu non chieda della sua assenza.
Dieci risposte:
#1
+34
Em C
2017-12-18 21:53:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vorrei solo chattare con lei, facendole sapere che ti mancava, ma senza chiederle direttamente perché non era lì. Ad esempio,

Ehi Alice, mi sei mancata alla festa! Hai visto il brutto maglione di Natale di Bob che vince? È stato divertente!

Questo le fa sapere che la noti in modo positivo e le dà un'apertura per spiegare se lo desidera. Tuttavia, poiché la premessa della conversazione è solo per farla divertire in ufficio, può facilmente scegliere di spostare la conversazione in quella direzione. Se lo fa, allora sai di non parlarne in futuro.

Puoi usare qualsiasi notizia; non deve essere per la festa. Mantieni un tono informale e menziona la sua assenza solo di sfuggita: vuoi apparire come "Pensavo che avresti apprezzato sentire di questa cosa e non ho ancora avuto la possibilità di condividerla con te", non "Lo ero deluso di vedere che non eri lì .. ".

Evita di usare frasi come" Ti sei davvero perso! ", perché potrebbe sembrare che tu stia cercando di spingerla a partecipare. Inoltre, non le chiederei direttamente perché non fosse lì, perché questo la spinge a mentire o dire qualcosa che potrebbe essere privato. potresti chiedere se ha in programma di partecipare a un evento imminente, con il pretesto dell'innocenza, ma sarei molto attento per gli stessi motivi.

È anche possibile che il collega hai chiesto ad Alice, quindi lei sa che lo sai! Come è già stato detto in altre risposte, se Alice è stata in azienda per un po 'di tempo, è possibile che i suoi vincoli religiosi siano di dominio pubblico.

In un commento hai menzionato il motivo per cui hai chiesto di lei:

Mi sento solo scortese perché se non partecipassi a un'intera serie di eventi e nessuno mi chiedesse dove fossi stato, mi sentirei come se nessuno sapesse che ero andato. Ho sempre pensato che fosse educato riconoscere l'assenza di qualcuno per fargli sapere che pensi a lui.

Non è necessario chiederle perché non era presente per dimostrare che apprezzi la sua presenza e pensi a lei: è sufficiente farle sapere che ti mancava per trasmetterlo.

In Nel frattempo, poiché non sei sicuro di quanto sia pubblica con le sue credenze religiose, agisci come se Alice stessa te lo dicesse in confidenza. Non attirare l'attenzione sulle sue differenze può essere la cosa più carina che puoi fare se lei vuole mantenere un tono basso.

La prima citazione, se me la dicesse, la interpreterei come un tentativo di esercitare una pressione sociale per farmi andare a queste cose, cosa che non la prenderei affatto bene. Dovrebbero essere opzionali e una persona non dovrebbe ricevere molte risate per aver scelto di fare altre cose con il proprio tempo personale. In breve, per favore non dirlo.
@T.E.D. Il tono fa una grande differenza - l'ho immaginato più come "Ehi, pensavo che avresti apprezzato questo e non ho avuto la possibilità di condividerlo allora, quindi te lo dico ora", piuttosto che "Sono rimasto deluso che tu non l'abbia fatto" t presentarsi ". Ho apportato una modifica per chiarire quella parte, grazie per il feedback.
#2
+23
apaul
2017-12-18 22:35:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A volte è meglio non chiedere.

Quando le persone hanno qualcosa che le distingue dai loro coetanei a cui viene chiesto, più e più volte, può diventare un po 'vecchio. Questa persona probabilmente deve avere la conversazione "Non festeggio perché ..." con moltissime persone in questo periodo dell'anno, ogni anno.

Detto questo a volte è meglio essere la persona che non ha bisogno di avere quella conversazione con loro. Se vuoi farli sentire apprezzati e rispettati, potrebbe essere meglio chiedere loro se vorrebbero unirsi a te per un caffè o qualcosa di completamente estraneo all'allegria natalizia.

Conoscendo un po 'di te, sono sicuro che puoi riguardare un aspetto della tua vita personale di cui le persone possono essere un po' strane e che a volte è bello quando le persone non ne sentono il bisogno per fare un grosso problema al riguardo.

Quindi invece di:

Mi sei mancato alla festa di Natale.

Dì qualcosa come:

Ehi, come va? Vuoi pranzare o prendere un caffè con me più tardi?

Questo mostra loro che tieni alla loro presenza e che ti piacciono / rispettano come persona, senza bisogno di preparare il terreno per un potenziale conversazione scomoda.

Apprezzo quella risposta. Può sicuramente simpatizzare con il non voler ripetere un POV ancora e ancora come battere un cavallo morto a tutti quelli che lo chiedono. Forse è per questo che mi sento strano al riguardo? Mi piace sempre quando le persone sanno, ma può essere stressante ripetere l'informazione a una nuova festa. Sto sicuramente prendendo in considerazione il fatto di non fare nulla di diretto al riguardo, ma volevo valutare tutte le possibilità. Quindi grazie per questo!
Suggerirei anche, se per "membri del mio team" intendi qualcuno che ti fa rapporto, che si offre di portare loro qualcosa dalla festa, se gli piace (ad esempio: se vengono distribuite magliette o borse), poiché possono vanno davvero da soli. Questo dovrebbe far capire che accetti la loro decisione e senti comunque che fanno parte della squadra. Se è solo un collega, sii semplicemente gentile con loro il giorno successivo. Dovrebbe essere sufficiente.
#3
+8
Pere
2017-12-19 06:21:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che tu stia pensando troppo a questo. Dopo alcuni giorni in qualsiasi luogo di lavoro potresti sapere chi è sposato, chi è gay, chi è religioso, chi è uno speleologo dilettante e qual è la squadra di calcio preferita del capo, a meno che non voglia mantenere segrete queste informazioni.

Le credenze di Alice sono un segreto? Se è in azienda da un po 'di tempo, ha evitato molti eventi e probabilmente ne ha spiegato il motivo ad altre persone ed è risaputo. Puoi presumere che lei presuma che tutti lo sappiano, o che tutti lo sapranno.

Ovviamente, potrebbe aver deciso di tenerlo segreto, ma in quel caso Jane te l'avrebbe detto in un modo diverso.

Comunque, se pensi che Alice voglia che le sue convinzioni siano segrete, puoi aiutarla non chiedendo e non menzionando la sua rivelatrice assenza dalla festa.

Non credo che la tua voglia di farla sai che sai che potrebbe essere utile in ogni caso.

+1 per la frase finale sulla "urgenza di farle sapere che lo sai"
#4
+6
Markino
2017-12-18 21:17:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Potresti mostrare dubbi / preoccupazione per i suoi possibili altri problemi; qualcosa tra le righe di

[Quando la incontri per la prima volta dopo l'evento] Ehi Alice, va tutto bene? Non ti ho visto all'evento, pensavo che il tuo raffreddore fosse peggiorato.

Ovviamente, il componente "freddo" qui è solo un (stupido) esempio di scusa che puoi usare per iniziare la conversazione mentre si tenta di assumere il ruolo della "persona totalmente all'oscuro che non sapeva nemmeno della sua fede": la stai mettendo in una situazione di incondizionata libertà di scelta per

  • o ti dico la verità

  • o inventa una scusa / fornisci una ragione diversa

Se ti dice la verità (che già conosci), eccoti; se inventa una scusa o fornisce una ragione diversa, stai ricevendo il suggerimento che preferirebbe non parlarne.

MA, DETTO QUELLO,

imho tu non dovrebbe sollevare affatto la domanda . Personalmente vedo "impostare Alice per condividere queste informazioni con te" come un tentativo di curiosare nei suoi affari privati: dopotutto, ha il diritto di non venire agli eventi per qualsiasi motivo, non ha bisogno di chiedere il permesso o comunque lasciare so perché. Quindi, suggerirei di non chiedere nulla in alcun modo. Se mai vorrà condividere qualcosa con te, lo farà.

Hai ragione, e decisamente così nell'ultima parte. Ho modificato la mia domanda per rendere più chiaro che non sto cercando di ** forzare ** questa informazione fuori da lei, ma piuttosto darle l'opportunità di condividerla da sola invece di riceverla da altre persone. È più come se non mi piacesse avere questa "conoscenza nascosta" della sua vita personale senza che sia lei a dirmelo. Se decide apertamente di non condividerlo, lo terrò come se non l'avessi mai sentito.
-1 Giocare è un comportamento immaturo, se non ti ha mai detto che sarebbe andata all'evento e se non era obbligata ad andare, allora non le chiederei se stava bene solo perché non si è presentata.
@AcumenSimulator Spero che tu abbia letto la parte in cui dico "MA, CHE ESSERE DETTO, imho ** non dovresti sollevare la domanda **" ecc. Ecc. Tutto il testo prima era rivolto specificamente alla domanda del richiedente.
Sì, l'ho letto ... stavo solo spiegando perché ho svalutato. Il tuo primo suggerimento è un comportamento comunemente accettato; Credo solo che non dovrebbe essere così.
#5
+5
Geoffrey Brent
2017-12-19 03:52:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Eviterei qualsiasi opzione che implichi fingere di non sapere. Questo può diventare molto complicato:

Jane Doe, ad Alice: "A proposito, ho detto a Jess che non fai feste in ufficio perché sei un dagonista riformato."

Alice, a Jane: "Nessun problema."

Tu, ad Alice: "Mi sei mancato alla festa in ufficio."

Alice: prova per capire perché fingi di non sapere la cosa che ti ha detto Jane

Se vuoi creare un'atmosfera amichevole, scegli qualcosa di diverso dalle feste su cui chiedere . Se di tanto in tanto chiedi ad Alice come è andato il suo fine settimana, come è la sua famiglia, ecc. Ecc. (Scegli qualcosa di appropriato per il tuo lavoro e le circostanze individuali), non si sentirà persa se non le chiedi delle feste. Potrebbe presumere, correttamente, che tu già lo sappia.

#6
+3
Andre Aquiles
2017-12-19 16:23:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono un membro di una religione che ha alcuni degli stessi requisiti, come non andare ai compleanni.

Detto questo, penso che tu stia reagendo in modo esagerato su questo problema. Ti posso assicurare che se sente il bisogno di dirtelo, lo farà.
Mi capita spesso la stessa cosa. All'inizio in qualche azienda, potrei dire all'uno o all'altro il giorno del loro compleanno il motivo per cui non ci vado, e le persone iniziano a condividerlo perché le persone. Non appena lo so, l'intera azienda conosce il mio convinzioni, anche se non sono stato io a sollevarlo per la maggior parte di allora.

E sono completamente d'accordo con la situazione. Non mi piace molto essere messo in una posizione che devo spiegare a tutti a riguardo, e il punto centrale di doverlo condividere è fare in modo che le persone non pensino che sono scortese per non essere andato a nessuna festa.

Se potessi dirti qualcosa, è semplicemente lasciarlo andare. Può anche aspettarsi che tu lo sappia già.

#7
+2
Maxim
2017-12-18 21:54:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sospetto che chiunque non partecipi alle celebrazioni per motivi religiosi abbia probabilmente "sentito tutto" ormai, basti pensare a tutti i compleanni della parente che le sono mancate, probabilmente avevano delle cose al riguardo. Quindi l'approccio migliore è probabilmente qualcosa di molto casual come:

TU: Hey Alice, come è andato il tuo fine settimana? Io sono andato a pescare, ho preso una carpa piuttosto grossa. Oh, a proposito, sei andato (o hai intenzione di) quella cosa dell'azienda?

ALICE: Nah

TU: Come mai, non ne hai voglia?

Quindi Alice può rispondere con qualsiasi cosa si senta a proprio agio, la chiave qui è non spingere e non farne un grosso problema, perché non sai se è qualcosa su cui vuole elaborare, o se ha già avuto molti litigi con i suoi parenti e non ha davvero voglia di ricominciare con un collega occasionale

Tralascia la seconda domanda. Se Alice vuole spiegarti il ​​motivo, lo farà senza. Altrimenti, si risentirà.
#8
+2
Aaron
2017-12-19 00:35:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

TL;DR

Non sono richieste scuse, religiose o di altro tipo, e non si dovrebbe presumere automaticamente che tutti debbano andare.

Ad esempio, nel mio caso non è niente di personale ma semplicemente non voglio passare del tempo con te . Invece voglio andare a casa e fare qualcosa di interessante.

Versione lunga

L'aspetto religioso può davvero essere la ragione, ma non è realmente rilevante per la tua preoccupazione. Anche senza motivi religiosi, le persone non hanno bisogno di partecipare a eventi celebrativi speciali. Non è obbligatorio.

Non vado a tali eventi sponsorizzati da lavoro. La mia ragione è che semplicemente non voglio . Non vado a picnic o feste aziendali. Non vado alle riunioni sociali per un drink dopo il lavoro. Evito tutte queste cose per il semplice fatto che semplicemente non voglio parteciparvi.

Le mie ragioni per non voler partecipare a un evento sponsorizzato dall'azienda sono le mie e non sono affari di nessun altro . Tuttavia, ne menzionerò alcune qui in modo da rimuovere il velo ...

Per quanto mi piacciano alcune delle persone al lavoro, non ci vado a causa loro. Non vado a socializzare né a divertirmi. A volte parlo con le persone, a volte di cose divertenti e interessanti, ma non è per questo che sono lì. Se non fosse per il fatto che ho bisogno di soldi per pagare le bollette, non ci sarei affatto . Questo è vero per la maggior parte delle persone.

Se non lavoro, voglio essere a casa a insegnare a mio figlio qualcosa di interessante o giocare a Minecraft o World of Warcraft con lui o qualunque cosa gli piaccia in quel momento. Voglio aiutare mia figlia a imparare a nuotare o pattinare. Voglio vedere un film con mia moglie.

Non bevo bevande alcoliche socialmente, né bevo caffè, e ho basse aspettative quando si tratta di cibo, e non mi interessa il calcio, il baseball o la Nascar; quindi il bar non mi interessa, né i ristoranti, né il 90% di ciò di cui vogliono parlare i miei colleghi, quindi quando non lavoro non voglio sprecare il mio tempo a bere una soda o mangiare qualcosa di stravagante o parlare con persone i cui interessi mi annoiano. Né vogliono sentirmi parlare di ciò che mi interessa; Potrei parlare per mezz'ora della raffinata arte di accendere un fuoco sotto la pioggia con pietra focaia e acciaio, ma la risposta della maggior parte delle persone è "Perché non l'hai semplicemente immerso nel gas e non hai fatto cadere un fiammifero sopra?"

Capisco che chieda a qualcuno che di solito va a tali eventi ma ne perde alcuni specifici. Se di solito andassi da loro ma saltassi la festa di Natale, capirei che mi chiedi come va. Ma se semplicemente non vado a nessuno di loro, allora sembra che tu stia cercando di costringermi ad andare - alcune persone lo fanno davvero, e sono stato spinto ad andare a eventi a cui davvero non volevo partecipare , e sono rimasto seduto lì annoiato per più di un'ora aspettando solo di poterti lasciare educatamente. Questo è ben oltre la maleducazione.

Quando trovo una persona specifica al lavoro che condivide interessi comuni, a volte faccio amicizia con quella persona al di fuori del contesto lavorativo. In generale, però, non voglio partecipare ai tuoi eventi e diventa fastidioso quando le persone continuano a chiedermi perché non vado, come se avessi fatto qualcosa di sbagliato. Non sono andato perché non volevo.

Quindi, come risponde alla tua domanda? In questo modo: il modo migliore per dare al tuo collega l'opportunità è continuare a fare quello che stai facendo; cioè, lascia che ti dicano se ne hanno voglia. Se davvero non hai una buona ragione per chiedere e senti che la persona dovrebbe essere lì, allora lascia perdere. Se hai qualche altro motivo di preoccupazione e cerchi di persuadere il mio ragionamento per non partecipare, sii molto premuroso quando lo fai per assicurarti che non mi senta vittima di bullismo.

Potrebbe essere utile se comunichi in anticipo le tue intenzioni sul motivo per cui ti interessa, ad esempio "Ehi, ho notato che non partecipi agli eventi speciali dell'azienda e me lo chiedevo. Non sto cercando di esserlo. invadente, ma se vuoi andare e sentire come se non puoi, vorremmo aiutarti a risolvere le cose ". Quindi posso rispondere semplicemente "Grazie per l'offerta, ma non vado a queste cose". O se ci fosse un ostacolo di cui potresti sentirne parlare ed essere in grado di aiutare, ad esempio: "Non ce la faccio a causa dei miei figli", allora avresti la possibilità di provare a spingere per attività più adatte ai bambini se volevi.

Oppure, la variazione meno educata potrebbe anche essere il caso di alcuni posti, "Non sono andato perché non volevo avere a che fare con nessuno di voi". Lasciato fuori la risposta in modo che non sembri troppo duro.
#9
  0
smellycat
2017-12-20 08:10:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ottima discussione. Sono d'accordo con gli altri che hanno detto semplicemente di ignorare la questione ma sii amichevole, e lei saprà che sei amichevole e le sue convinzioni religiose non giocheranno in tutto.

Come qualcuno ha detto, potrebbe già so che sai quindi cercare di essere intelligente potrebbe ritorcersi contro.

Ecco un esempio per te. Ho un fratello molto più giovane e non ho mai vissuto con lui né nella stessa città. Una volta, mentre stavo visitando la mia famiglia, ho scoperto da un altro membro della famiglia che mio fratello è gay. Non ne avevo idea e non l'avevo mai sentito prima da nessuno, compreso lui. Ovviamente non mi importava affatto in un modo o nell'altro. Ma temevo che il motivo per cui non me lo avesse detto fosse perché pensava che avrei reagito male o che lo avrei giudicato in qualche modo, o qualcosa di negativo. Comunque, dal momento che non me l'ha detto ma lo sapevo, ho attraversato tutte queste macchinazioni per fargli sapere in qualche modo che sarei stato d'accordo se me l'avesse detto e per mostrare il mio sostegno per lui. Bene, si scopre che non me l'ha detto perché non era un grosso problema per lui e solo per la vita normale. Non è un grande segreto da raccontare. Non avevamo mai parlato di relazioni, quindi non è venuto fuori - anche lui era un adolescente e sai ... per lo più non chiacchieri con la tua famiglia di momenti sexy. Almeno non la mia famiglia haha.

Mi sono sentito un idiota per aver fatto un grande dramma nella mia testa.

Quello che sto cercando di dire è che potresti pensare troppo a questo, come lo ero io.

#10
  0
Jade
2017-12-20 22:13:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come vegetariano a cui viene costantemente chiesto perché non mangio ai potlucks, o se mangio (inserisci qui un tipo specifico di prodotto animale), capisco quanto possa essere frustrante per qualcuno con opinioni diverse. Alcune persone non riescono ad andarsene abbastanza bene da sole! Quello che apprezzo di più sono le persone che semplicemente lo accettano e lo lasciano così. La maggior parte o fa di tutto per essere un PC (acquisto di hamburger vegetariani ... sono l'unico veghead in modo che attiri l'attenzione su di me ed è imbarazzante) o costantemente in discussione (la parola si diffonde velocemente in ufficio, so che lo sanno tutti , quindi perché continuano a chiedere?).

Se siete amici e chattate, probabilmente verrà fuori durante una normale conversazione. Se non sei abbastanza vicino da permetterle di condividere volontariamente quel tipo di informazioni, non farle domande al riguardo. Molto probabilmente le persone lo fanno già e lei probabilmente preferirebbe non spiegare di nuovo le sue convinzioni.

Lascia che le tue parole e le tue azioni dimostrino che se lei viene o meno alle feste di vacanza non importa davvero per te, semplicemente la apprezzi come persona!



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...