Domanda:
Come dire a un amico non musulmano che "Il matrimonio interreligioso non funzionerà"?
Failed Scientist
2017-09-08 16:09:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Avevo un'amica (cristiana) piuttosto religiosa dal Regno Unito (della mia stessa età - fine dei vent'anni) e spesso parlavamo di Corano e Vangelo (lei conosceva entrambi e anche io) e a discussioni spesso molto interessanti e nuove domande.

Mi ha parlato del suo ragazzo che era un arabo musulmano e in realtà non era così religioso ma piuttosto severo con Beliefs. Entrambi volevano sposarsi ma i loro genitori erano contrari a questo matrimonio; un giorno le ho fatto un paio di domande:

  • Supponi di esserti sposato con lui, i tuoi figli crederanno in un solo Allah o nella Trinità?

Ha risposto che " crederanno in Trinity , anche se qui non è d'accordo con me e dice il suo politeismo". Ho pensato che questo matrimonio (forse mi sbaglio) non avrebbe funzionato ma, per confermare, ho fatto un altro paio di domande e loro hanno confermato che c'è una situazione di stallo tra i due.

Volevo farla uscire di questa situazione, essendo quindi non solo un'amica ma anche come discussione interreligiosa, le ho suggerito di rivedere la sua decisione di sposare un musulmano perché non funzionerà, ma le importava che "sto interferendo nella sua vita personale "- anche se non avevo alcuna intenzione di interferire nella sua vita personale, ma solo di darle consigli in base al conflitto di credenze.

Volevo trasmettere ma che dovresti discutere le differenze religiose e come allevare i tuoi figli dovrebbe essere prima di sposarsi. Purtroppo, ho perso un'amica nel processo: lei non ha mai più parlato con me.

Quale avrebbe potuto essere il modo migliore per consigliare la stessa cosa se tu fossi stato al mio posto?

PS: tieni presente che a lei (oa me) non importava nessuna delle domande durante le nostre discussioni e le nostre domande erano piuttosto serie.


Informazioni aggiunte dai commenti:

  • La conversazione si è conclusa tramite SMS. Non ho usato parole dure (e non uso emoji, specialmente nelle discussioni serie) e lei era lontana dall'essere permalosa - le ho persino fatto domande come "Perché Cristo (Pace su di lui) non aveva un figlio?" e lei ha risposto insieme a "Domanda molto interessante! Dammi il tempo di pensare a una risposta".
  • Le avevo chiesto in precedenza dei dettagli personali (lei sulla sua famiglia / lavoro e persino sul suo fidanzato) , ma mai decisioni personali. Non ha mai esitato a rispondere a quelle domande.
I commenti non sono per discussioni estese; questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/66346/discussion-on-question-by-talha-irfan-how-to-tell-a-non-muslim-friend- quello-intero).
Nove risposte:
#1
+74
Beofett
2017-09-08 17:32:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Volevo portarla fuori da questa situazione , quindi essendo non solo un'amica ma anche come discussione interreligiosa, le ho suggerito di rivedere la sua decisione sposare un musulmano perché non funzionerà ma le importava che "sto interferendo nella sua vita personale" - mentre non avevo alcuna intenzione di interferire nella sua vita personale ma solo di darle consigli in base al conflitto di credenze.

Con rispetto, assolutamente intendevi interferire nella sua vita personale.

Pensavi che stesse commettendo un errore sulla sua vita personale. Hai cercato di convincerla a cambiare idea. Questa è la definizione stessa di interferire con la vita personale di qualcuno.

Non lo condanno, ma penso che sia importante che tu capisca perché ha reagito in quel modo.

Fare domande va bene, soprattutto se hai una storia di discussioni su questioni di religione senza alcun segno di disagio o conflitto. Nel momento in cui dai un suggerimento, però, corri il rischio di oltrepassare un confine personale, specialmente su qualsiasi argomento che coinvolga emozioni forti.

Ogni volta che si discute di matrimonio, è sicuro che siano coinvolti.

Credo che avresti fatto meglio se ti fossi fermato a fare solo domande.

Per sicurezza, potresti prendere in considerazione l'integrazione di domande che potrebbero toccare questioni cariche di emozioni utilizzando " I language ". Ciò significa concentrarsi sulla tua prospettiva, per evitare di far sembrare che tu stia prendendo di mira la persona di cui stai parlando.

Ad esempio, se hai sentito che la risposta che hai ricevuto a "Supponi di esserti sposato con lui, i tuoi figli crederanno in Un solo Allah o nella Trinità?" aveva bisogno di un follow-up, perché eri preoccupato per la sua risposta:

Se avessi una relazione con qualcuno che non condivide la mia stessa fede, vorrei essere certo che abbiamo discusso di come avremmo gestito l'educazione religiosa per i nostri figli prima di sposarci. Non vorrei finire a litigare con mia moglie perché entrambi volevamo cose diverse.

contro:

Dovresti parlarne di più con il tuo ragazzo prima di decidere di sposarti. Dici che vuoi che i tuoi figli siano educati a credere nella Trinità, ma a quanto pare il tuo ragazzo è contrario. Non pensi che ciò provocherà un conflitto?

Il secondo esempio sembra molto personale. Frasi come "dovresti" e "vuoi" possono mettere le persone sulla difensiva e possono essere segni di comunicazione inefficace.

Non è garantito che il primo esempio vada bene , neanche, ma parlando di te stesso, invece che della persona con cui stai parlando, probabilmente si ammorbidirà il tono.

_Se fossi in te_ - ma tu non sei lei, questo è il problema. IMHO, le dichiarazioni che iniziano _se fossi in te_ in queste serie discussioni sono semplicemente disonestà. In pratica stai dicendo _Non voglio spingerti, ma in realtà ti spingo_, hai solo messo un po 'di zavorra soffice in giro. Fare domande e proporre argomenti su cui riflettere è un modo molto migliore.
@yo' In nessun momento suggerisco di dire "Se fossi in te", né suggerisco alcuna "disonestà". Ho affermato che fare domande è l'approccio migliore, ma l'ho riformulato per enfatizzare che l'uso di "I language" è per * dopo * che fai domande, se pensi che la risposta necessiti di ulteriori discussioni.
Ebbene, mi suggerisci: "Se fossi in una relazione con ...", che è proprio la stessa cosa. (O forse ho letto la risposta in modo sbagliato, il che è possibile e poi mi scuso.)
@yo' Il mio intento è che l'OP dichiari la * loro * prospettiva. Non voglio dire che dovrebbero dire "Se avessi una relazione con * il tuo ragazzo * ...". Voglio dire che dovrebbero esprimerlo come se fossero in una situazione * simile, ma non identica *. Perché questo è ciò che l'OP chiede davvero di fare. È preoccupato perché il suo amico non sta facendo quello che farebbe se fosse in quella posizione.
@yo' Forse hai già letto [_NotThatGuy_'s answer] (https://interpersonal.stackexchange.com/a/3551/5372) dove ha dichiarato: "** Se fossi in te **, continuerei a farmi domande" .. .
Non sono d'accordo sul fatto che fare domande, esprimere un'opinione o persino consigliare in un modo o nell'altro interferisca nella vita (privata) di qualcuno. O lui / lei vuole ascoltare i tuoi pensieri e farli risuonare dentro di lei / lui, forse inducendo un cambiamento di opinione, oppure no. E se si ritiene di essere così debole di mente, che una semplice affermazione potrebbe piegare il suo punto di vista apparentemente contro la sua volontà, allora sfortuna.
@Minix va bene, quindi cercare di convincere qualcuno a cambiare la propria vita personale non è "interferire", se la tua definizione di "interferire" richiede che sia contro la volontà di qualcuno. Tuttavia, non credo che sia una definizione particolarmente comune della parola.
@Beofett Il mio dizionario lo definisce come "Essere o creare un ostacolo o un ostacolo". OP non ha detto nulla su come intralciarli o informare qualcuno che apparentemente ha potere sulla decisione delle coppie. Ha semplicemente espresso la sua opinione e preoccupazione, quando gli è stato chiesto. Non vedo come questo stia interferendo in alcun modo. La parte "contro la volontà" in realtà non è ciò che volevo sottolineare, ma sfida l'idea che le parole (in assenza di una minaccia credibile, ovviamente) siano in qualche modo un'interferenza da cui dovremmo difenderci. Ma nella remota possibilità che stiamo parlando solo di semantica, presumo.
@Minix il tuo dizionario sembra avere meno definizioni del mio, quindi. Il mio ha anche "prendere parte o intervenire in un'attività senza invito o necessità".
@Beofett Se dici che le domande sollevate da OP non erano state invitate, allora posso capire il tuo punto. Da come ho letto inizialmente la domanda, le precedenti discussioni sulla fede implicavano che la discussione sulla relazione fosse voluta anche dall'amico. Rileggendolo, sembra un po 'più ambiguo ora. Ma io continuo a sostenere che se l'opinione dell'OP non è stata premuta sull'amico dal nulla, ma durante una delle loro discussioni, allora anche la * tua * definizione non corrisponde a ciò che è successo. Non ha preso parte o è intervenuto (con una sorta di azione) nella loro relazione.
#2
+38
NotThatGuy
2017-09-08 16:45:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Fare domande , come hai fatto tu, è generalmente un buon modo per convincere qualcuno a pensare a qualcosa senza essere particolarmente conflittuale.

Se fossi in te, io " d continuare a fare domande:

Non dovresti prendere una decisione su questo prima di sposarti?
Cosa farai se, dopo sposato, ti rendi conto che non arriverai mai a un accordo su questi temi? Sceglierai quindi di non avere figli?

Puoi anche chiedere come saranno per loro determinati aspetti della vita quotidiana (ad es. Preghiera, adorazione, dieta o altri aspetti religiosi impegni o restrizioni), se ritieni che ci possano essere potenziali problemi.

Puoi anche provare a sottolineare che è difficile mostrare supporto .

Non sono a conoscenza di matrimoni interreligiosi riusciti. Se scegli di andare avanti, ti auguro buona fortuna e spero che sarai l'eccezione alla regola.

Il punto è non cambiare idea in quel momento , ma piuttosto per farla riflettere in profondità su queste cose, il che le farà dubitare che funzionerà o la metterà a suo agio, in quanto tale pensiero potrebbe anche rivelare soluzioni.


Non sono davvero d'accordo con la tua premessa che il matrimonio interreligioso non può funzionare (se questa è la tua premessa) - dipenderà molto dalle persone coinvolte e da quanto sia importante la loro fede (e condividerla con il loro compagno di vita ) è per loro, ma la cosa più importante è che il tuo amico crede che funzionerà.

Non ho detto che i matrimoni interreligiosi non possono funzionare - ma come ha sottolineato @Mari-LouA che "le differenze religiose e l'educazione dei bambini dovrebbero essere discusse prima di impegnarsi nel matrimonio" e spesso si traducono in alcune situazioni di stallo che vengono scoperte!
Per favore, non fare domande chiuse, AKA, domande che vogliono essere. Il tuo primo esempio è una domanda chiusa. Non portano da nessuna parte. Meglio chiedere le cose specifiche.
@yo' L'ho riformulato dal non eccezionale "non pensi". Vedo la prima domanda come un modo per proporre una soluzione o comunicare una preferenza, senza cercare di affermarla come un fatto, che poi immediatamente segui con un'altra domanda per motivare quella soluzione o preferenza (o chiedila * dopo * la domanda motivante ). Potrebbe anche funzionare saltare quella domanda e lasciare che arrivino alla conclusione da soli, ma dipenderà dal fatto che tu voglia farli riflettere o comunicare anche la tua opinione.
Ho un amico in esattamente questo tipo di matrimonio interreligioso. Tuttavia, è abbastanza ragionevole spingere un amico a pensare a queste cose in anticipo. (Credo nel suo caso, le figlie vanno in chiesa con lei, il figlio, ehm ... non va in chiesa insieme al padre).
@FailedScientist, il tuo commento qui è confuso in quanto la domanda dice "il matrimonio interreligioso non funzionerà". Probabilmente stavi cercando di fare riferimento solo a questa situazione, nel qual caso penso che la domanda dovrebbe essere riformulata. Inoltre, in generale, visti i problemi con have nel mondo, promuoverei alleanze interreligiose se ne avessi la possibilità. Stai cercando di aiutare il tuo amico, ne sono sicuro. Ma se fossi in te, aiuterei l'amico a capire e prepararsi per il futuro se potessi. "Le ho suggerito di rivedere la sua decisione di sposare un musulmano perché non funzionerà" - Non lo sai per certo.
#3
+19
user2134
2017-09-08 18:19:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La semplice risposta è "non lo fai". Indipendentemente dalla situazione, le persone innamorate non lo interromperanno per il fatto che un amico dice a uno di loro "non funzionerà". Se sposti il ​​problema, è probabile che tu perda un amico.

Ciò che potrebbe aiutare è una discussione senza giudizio su come cresceranno i bambini. La mia osservazione è che ci sono persone che per il resto non sono molto religiose hanno ancora una forte sensazione su come crescere i propri figli.

Sto per 23 anni di matrimonio e le due discussioni più importanti sono state "come crescere un figlio" e una comprensione del nostro approccio al denaro. Entrambi possono minare un matrimonio se non concordato.

Capisco che tu non voglia che questo matrimonio avvenga. Secondo me, se l'amico dice di aver discusso della questione dell'educazione dei figli e concorda al 100%, è finito. (E la questione del denaro, se uno è un risparmiatore e l'altro uno spenditore, questo può essere un problema. 2 spendaccioni? E sono nei guai, ma insieme.)

All'elettore verso il basso, perché pensi che ci siano parole reali che si possono dire a questa donna per convincerla a non farlo? E questo rende il mio consiglio di nessun valore.
Non è necessario che il consiglio sia convincente perché il consiglio sia buono. Se un buon amico sta per prendere un'importante decisione di vita sulla base di false premesse e uno è già in grado di discuterne con lei, allora un buon amico solleverà la questione.
+1 per * "indipendentemente dalla situazione, le persone che sono innamorate non lo interromperanno per il fatto che un amico dice a uno di loro" non funzionerà ". Se spingi la questione, è probabile che lo farai perdere un amico. "* - totalmente corretto (nonostante le intenzioni più utili di OP) e questo è il nocciolo della questione, che ho inconsapevolmente ripreso nella mia risposta qui.
Grazie. Sono in SE da un po 'di tempo (la mia casa è a Money.SE) e sono spesso deluso di non vedere un follow-up, una visita di ritorno da un OP che ci fa sapere cosa è successo dopo il post. In questo caso, mi piacerebbe sapere se il matrimonio è andato a buon fine, se OP è rimasto amico della sposa e come sono stati allevati i bambini. È incredibile quando vedo un aggiornamento 5 anni dopo da un OP che ha beneficiato del nostro consiglio. Vorrei aver visto di più.
Molto vero @JoeTaxpayer - specialmente per problemi del mondo reale come questi (a differenza dell'infinito ma essenzialmente irrilevante litigio pedante in English.SE da dove vengo) - quando investiamo un po 'delle nostre emozioni in queste risposte è bello essere informato su come è andata a finire la situazione!
Dovrebbe essere la risposta accettata, poiché OP dovrebbe occuparsi degli affari suoi
#4
+11
English Student
2017-09-09 09:13:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono un indiano e ci sono molte religioni qui, quindi posso assicurarti con sicurezza che non esiste un modo facile, comodo e salva amicizia per dire a qualcuno che il loro matrimonio interreligioso non funzionerà - e questo semplicemente perché una coppia che ha deciso (o sta seriamente considerando) di intraprendere una decisione di vita così potenzialmente controversa probabilmente non sarà molto influenzata dalle domande o dagli argomenti ben intenzionati di nessuno.

È la nostra esperienza sociale diffusa qui che i matrimoni interreligiosi comportano un enorme stress , ma una coppia impegnata lo farà funzionare, perché la loro alleanza fondata sull'amore e l'affetto reciproci è spesso abbastanza forte da resistere alla vita sociale e pressioni familiari. Ho visto molte coppie interreligiose essere meno interessate alla religione in quanto tale e più interessate l'una all'altra! Il che è un'ottima base per qualsiasi relazione. Suppongo questo sarebbe vero nel Regno Unito e anche in altre parti del mondo.

Capisco facilmente che volevi mettere in guardia il tuo amico su quanto sia difficile la strada da percorrere, ma anche i consigli impopolari sono sgraditi , in qualsiasi aspetto della vita umana, quindi ogni volta che proviamo a convincere qualcuno ad abbandonare una linea di condotta a cui loro si sono quasi impegnati, corriamo il rischio di perdere un amico. Ciò non invalida in alcun modo il tuo consiglio ma è semplicemente la via del mondo e quindi inevitabile (in questioni così delicate) che quando il consiglio viene rifiutato, anche l'amicizia è persa.

Ora che se l'evento è passato, potresti solo chiederti se avresti dovuto scegliere non di consigliare il tuo amico contro il matrimonio. Se ciò andasse contro il tuo senso di integrità, allora non hai nulla di cui pentirti, IMHO.

#5
+6
inappropriateCode
2017-09-08 19:52:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Anche se a volte sentiamo il bisogno di esprimere preoccupazione per la scelta del partner di un amico, non sono assolutamente d'accordo con il tono della domanda.

Molte coppie hanno disaccordi fondamentali, ma spesso ci sono considerazioni più importanti. Si rendono felici l'un l'altro? Si amano l'un l'altro? Si rispettano l'un l'altro? Si supportano a vicenda? Risolvono i problemi in modo maturo? Dovresti essere molto più interessato a domande del genere.

Da quello che ho capito, l'Islam consente esplicitamente il matrimonio tra uomini musulmani e donne cristiane / ebree. Anche se non il contrario. Quindi da dove prendi questa idea, esattamente?

Una guida è stata pubblicata nel 2012 dal forum cristiano-musulmano sui matrimoni misti, al fine di chiarire le questioni fondamentali. Secondo i dati del censimento del 2001 ci sono stati almeno 21.000 matrimoni misti nel Regno Unito.

Il documento, intitolato Quando due fedi si incontrano, è il prodotto di mesi di scrupolose negoziazioni tra leader cristiani e musulmani e sottolinea la necessità di tolleranza e accettazione dei matrimoni misti.

Tra le raccomandazioni vi sono la pronuncia contro le conversioni forzate, il riconoscimento della legalità dei matrimoni interreligiosi nella legge britannica, la cura pastorale non giudicante e il rifiuto totale di qualsiasi violenza.

"Potrebbe suonare un un po 'come se dicessimo l'ovvio, ma ha bisogno di essere detto ", ha detto lo sceicco Ibrahim a The Independent. "In realtà le coppie cristiane e musulmane affrontano spesso scenari molto difficili in cui non c'è abbastanza tolleranza o la giusta cura pastorale e questo può portare a un'esperienza molto dannosa e negativa per loro."

La prima cosa che avresti dovuto fare è provare ad aiutare. Questo non significa dire loro che non possono avere una relazione - poiché non c'è giustificazione né legale né teologica per questo. Significa cercare di trovare qualcosa che possa aiutarli a superare gli ostacoli che pensi saranno un problema.

Hai fatto bene a iniziare con delle domande, ma poi hai dovuto continuare dicendo qualcosa come ... "Mi stavo chiedendo e ho trovato X. Ho pensato che fosse una lettura molto interessante e ho pensato che potresti trovarlo utile. "

Allora la palla è nel suo campo, hai cercato di essere d'aiuto. Deciderà se la tua preoccupazione è giustificata e se il tuo consiglio è stato buono. Se la tormenti ancora, tutto ciò che stai facendo è interferire.

Per inciso, Jim Al-Khalili è nato da un matrimonio tra un padre iracheno sciita e una madre inglese protestante, ed è diventato un professore ateo di fisica ... quindi forse abbiamo bisogno di più matrimoni interreligiosi per fare più fisici?

Per inciso a parte, almeno un [noto fisico teorico] (https://en.wikipedia.org/wiki/John_Polkinghorne) è un prete cristiano.
#6
+4
user5349
2017-09-09 00:47:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Prima di tutto, i suggerimenti di "I language" di @ Beofett sono davvero buoni e penso che dovresti assolutamente provarci.

Background:
ho anche avuto molte lunghe discussioni basate sulla fede con persone di molte religioni diverse e ho studiato Islam, Cristianesimo ed Ebraismo come parte del mio corso di laurea laurea (solo la mia minore, e principalmente da una prospettiva storica). Ho anche una famiglia cristiana e una zia musulmana per più di 20 anni prima di lasciare lo Yemen / Islam.

Suggerimento:
penso che tu abbia ragione quando cerchi di aiutare il tuo amico e che le tue preoccupazioni siano giustificate. Una delle cose peggiori che le persone possono fare per i loro amici e familiari che pensano stiano per commettere un errore è dire loro di andare avanti e non dare loro quante più informazioni possibili.

Matrimonio non riguarda quanto sei innamorato e l'amore non è un buon indicatore del successo di un matrimonio. Penso che una delle cose più importanti per il successo di un matrimonio sia un sistema di valori condiviso. La religione è un buon indicatore dei valori individuali, poiché funge da quadro di valori / moralità.

Dato che dici di aver avuto molte discussioni interreligiose, penso che probabilmente ti sei imbattuto in alcune delle differenze del sistema morale / di valori che non sono solo diverse tra cristianesimo e islam, ma in contrasto tra loro. Queste sono cose che le persone potrebbero essere in grado di assorbire come società, ma in una relazione intima, come il matrimonio, causeranno problemi. Sono sicuro che hai avuto conversazioni in cui hai ridotto alla radice morale diversi pezzi di testi cristiani e islamici, penso che l'opzione migliore che hai è continuare le tue discussioni interreligiose e cercare di sottolineare alcune delle differenze di valore fondamentali tra le religioni (cioè i centri "colpa" vs "vergogna"). Ci sono molte risorse online che dovrebbero permetterti di trovare elementi fondamentali che sono in contrasto (hai già menzionato l'aspetto della "trinità" del cristianesimo), potresti anche discutere di cose come "occhio per occhio" come significato cristiano vs un significato musulmano (se decidi di seguire questa strada e desideri alcuni URL o più esempi fammelo sapere, ma penso che potresti essere in grado di gestirlo da solo).

Un'altra cosa importante che hai menzionato è questa:

Ha risposto che "crederanno in Trinity, anche se lui non è d'accordo con me qui e dice il suo politeismo "

Questo è profondamente preoccupante perché mostra che è importante per i suoi figli credere nella Trinità, ma mostra che non è d'accordo. Dovresti chiederle perché crede che lo crederanno se nel migliore dei casi gli vengono raccontate due idee teologiche contraddittorie (intendendo la sua fede nella Trinità, rispetto alla sua convinzione che la Trinità è politeista) e nel peggiore dei casi uno di loro `` vincerà '' chi ottiene insegnare ai loro figli le loro credenze religiose, il che significa che l'altro sarà represso. Se il secondo caso è ciò che accade (poiché questa è una possibilità reale) chiedile cosa farebbe se lo perdesse.

Ho una domanda per concludere. Anche la persona che ha in programma di sposare dal Regno Unito / stanno progettando di vivere nel Regno Unito?

Spero che questo aiuti.

L'amore non è un buon indicatore del successo di un matrimonio? Rispetto la tua opinione, ma suonava un po 'estremo.
Scusa avrebbe dovuto chiarire, l'amore da solo non è un buon indicatore poiché l'amore della "lente rosa" cambia.
#7
+3
Itsme2003
2017-09-09 22:45:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Prima la parte buona: ti importava abbastanza di lei da essere disposto a sacrificare l'amicizia per impedirle di commettere un terribile errore. Buon per te. Penso che se qualcuno è davvero un buon amico, dovrebbe essere disposto a fare quel sacrificio.

Ora la parte negativa - Quando hai detto "le ho suggerito di rivedere la sua decisione di sposare un musulmano così com'è non funzionerà .... "quello che hai fatto è stato metterla in una posizione in cui sentiva di dover scegliere tra te e il suo ragazzo, e ha scelto il suo ragazzo. Lo svantaggio di questo è che hai perso l'amicizia e hai anche perso la capacità di cercare di influenzarla. La difficoltà con il tuo suggerimento è che è la soluzione più drammatica possibile al problema.

Quello che avresti dovuto fare era semplicemente attenersi al tema che hai menzionato sulle decisioni religiose e suggerito che sarebbe stato molto meglio risolvere questo problema prima del matrimonio. Potevi semplicemente rimanere con questo tema e altri temi correlati. Finché non sei diventato troppo invadente, probabilmente ti avrebbe permesso di presentarle quel punto di vista. Avresti potuto discuterne con lei in molte occasioni. Potrebbe essere arrivata ad accettarlo, e poi quando ne ha discusso con il suo ragazzo abbastanza volte, potrebbe essere arrivata alla conclusione che non avrebbe dovuto sposarlo. Affinché questo avesse successo, l'idea che non avrebbe dovuto sposarlo avrebbe dovuto essere prima pronunciata da lei e non da te.

#8
+1
Steve
2017-09-09 06:33:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come qualcun altro ha sottolineato, un musulmano ha sposato un non musulmano e il suo bambino era un ateo.

Non controlli veramente quale religione il bambino sceglie alla fine della tua giornata, Michael Bisping, un combattente dell'UFC, l'ha detto meglio. È ateo ma non lo predicherà ai suoi figli, sono liberi di scegliere qualunque religione vogliano. Penso che questo sia l'approccio che quei due potrebbero facilmente adottare.

Anche se la possibilità che si verifichi una situazione di stallo potrebbe essere alta, a seconda di quanto il suo ragazzo è severo nelle convinzioni, come ha dichiarato JoeTaxpayer: "La semplice risposta è" non lo fai. "Indipendentemente dalla situazione, le persone innamorate non lo interromperanno per il fatto che un amico dice a uno di loro" non funzionerà ". Se spingi la questione, è probabile perdere un amico. "

Non importa come lo metti, molto probabilmente non ascolterebbe il tuo consiglio. I genitori probabilmente hanno insistito sullo stesso problema che hai riguardo alla religione, ecc ... e tu conosci il risultato.

Secondo me, non esiste un modo giusto o sbagliato di affrontarlo finché non lo fai spingere la questione. Eri preoccupato per la tua amica e hai cercato di metterla in guardia, ma alla fine tocca a quella coppia capirlo.

#9
+1
Basil Bourque
2017-09-10 03:38:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Consulenza per il fidanzamento

Le chiese e altre organizzazioni offrono sessioni di "incontro di fidanzamento" in cui una coppia di fidanzati può affrontare la questione interreligiosa e molte altre questioni coniugali in modo strutturato con un consulente esperto. Trattano denaro, stile di vita, figli e altri argomenti fondamentali per un matrimonio di successo. Questo può essere utile a qualsiasi coppia, per identificare eventuali problemi di compatibilità e risolverli in anticipo.

Quale avrebbe potuto essere il modo migliore per consigliare la stessa cosa se tu fossi stato al mio posto?

Avrei suggerito tale consulenza. L'avrei considerato utile per qualsiasi coppia che inizia una vita insieme.

Non c'è bisogno di menzionare la tua preoccupazione per la questione interreligiosa. Lascia che sia un professionista esperto che lo aiuti a riflettere sulle implicazioni.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...