Domanda:
Il mio migliore amico è diventato sempre più xenofobo nei confronti dei musulmani. Cosa faccio?
Bradley Wilson
2017-08-19 13:49:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il mio migliore amico (chiamiamolo Bob per potenziali rispondenti) con cui sono stato amico fin dall'infanzia (circa 15 anni) è diventato sempre più xenofobo di recente. È una persona fantastica e sinceramente non intende fare del male (anche politicamente si appoggia leggermente a sinistra su altre questioni). Ma sembra che stia andando agli angoli dei social media dove la propaganda anti-musulmana è diffusa (come il Daily Mail / The Sun / Britain First) e i fatti sono distorti . Ho provato a dirgli di:

Ignora le sciocchezze che vengono da quelle pagine, i musulmani nel Regno Unito fanno più bene che male. [fornisce articoli da leggere]

Ma continuerà a condividere e dire cose piuttosto odiose nei loro confronti. So che in fondo non è perché ha sinceramente un odio per i musulmani, è perché crede alle bugie che sta leggendo.

Come posso affrontare questo problema senza perdere un amico?

Nota : vorrei che le risposte evitassero la menzione dei musulmani in generale, ma piuttosto il modo in cui posso avvicinare il mio amico in questo particolare scenario.

Aggiornamento : quando scrivevo questo con l'approccio volevo che vedesse che non solo il materiale che sta leggendo non è credibile su questo particolare argomento, ma che lo sapesse le sue opinioni al riguardo sono controverse nel nostro discorso. Ma ora ho imparato che questo richiede amore e pazienza da parte mia, inclusa quella raccomandata nella risposta accettata:

oltre ad essere paziente, condividere le tue esperienze, dare il buon esempio e sperare che Bob alla fine ha un'esperienza che lo cambia.

Hai amici musulmani nelle tue cerchie?
@NVZ No, non lo facciamo. (ma ho amici musulmani, al di fuori di esso)
Bob stesso deve affrontare una sorta di odio per cose che non ha scelto? Voglio dire, sta affrontando discriminazioni per il suo colore, origine, ecc.?
No, è un maschio bianco britannico della classe operaia. Legge letteralmente bugie e ci crede. (cioè pensa che tutti i musulmani siano terroristi o simpatizzanti dei terroristi come esempio)
** Ho cancellato una serie di commenti sulla domanda e sulle risposte. ** La domanda non è se la xenofobia e l'islamofobia di Bob siano o meno giustificate; si tratta di come @BradleyWilson dovrebbe rispondere a Bob. Eventuali commenti che tentano di supportare entrambe le parti verranno probabilmente eliminati.
Non mi è chiaro quale sia il tuo obiettivo se non quello di "avvicinarti a questo". Non sono sicuro di cosa significhi. Se è tuo amico, perché devi "avvicinarti" a un argomento controverso? È perché senti il ​​desiderio di cambiare i suoi atteggiamenti o comportamenti? Perché questo suo aspetto non ti è tollerabile? Politica a parte, amore e / o amicizia profonda significa accettare le persone come sono. Per molti versi non è possibile svolgere contemporaneamente i ruoli di amico e attivista politico con un'agenda
La domanda contiene troppi termini altamente soggettivi e sembra essere meno simile a una domanda su * "come devo comportarmi con Bob" *, ma più su * "guarda, voglio solo pubblicare la mia opinione politica e allo stesso tempo chiamare tutti che non sono d'accordo nell'essere malvagi e stupidi, quindi per favore, conferma che il mio punto di vista è giusto "*. Questa domanda ha bisogno di una modifica seria per essere davvero su * "Come posso trattare con il mio amico che ha una visione ideologica opposta alla mia" *. Potrebbe anche accadere che l'OP sia di parte, perché ho visto molte volte che anche una leggera critica all'Islam è stata trattata come il nazismo più vile.
Devi chiarire qual è il tuo obiettivo qui. Vuoi cambiare la convinzione di Bob?
@HDE226868 Se ci sono ragionevoli preoccupazioni alla base di ciò che Bob dice e pensa, anche se le percepisce in una luce esagerata, è importante come Bradley dovrebbe reagire. Non è prudenza interpersonale etichettare chiunque sia in disaccordo con te su questo un bigotto.
Otto risposte:
#1
+131
Slow loris
2017-08-19 15:35:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ma continuerà a condividere e parlare di cose piuttosto odiose nei loro confronti. So che in fondo non è perché ha sinceramente un odio per i musulmani, è perché crede alle bugie che sta leggendo.

Questo non è diverso dal dire che i membri dell'ISIS non lo fanno hanno un "vero odio" per l'Occidente, credono solo alle bugie che sentono dagli altri estremisti.

NESSUNA persona ragionevole può credere al tipo di bugie che giustificano la paura e l'odio verso un gruppo di persone ampio e incredibilmente diversificato, la maggior parte delle quali sono gentili e pacifiche. Penso che sia più corretto dire che le emozioni di paura e odio attirano le persone verso il tipo di bugie che giustificano la paura e l'odio che hanno già nel loro cuore.

Perché le persone hanno quella paura e quell'odio in primo luogo? Proviene da un posto molto primitivo nella psiche umana: un istinto in-group vs. out-group che dice "le persone come me sono buone, le persone che non sono come me sono cattive". Da una prospettiva evolutiva, è facile vedere come questa mentalità sia adattiva in un contesto in cui le persone vivono in piccole unità sociali che devono competere con altre unità per le risorse e la sopravvivenza. Più persone sentono che la sopravvivenza del loro gruppo è in qualche modo minacciata, più forti diventano questi istinti tribali.

Nella mia esperienza, le persone possono cambiare e riprendersi dall'odio, ma l'unico modo per farlo è fare appello allo stesso istinto all'interno del gruppo rispetto a quello esterno che porta all'odio nel primo posto. La chiave è che quella persona si senta come se i membri del "gruppo esterno" fossero ora nel loro "gruppo interno", il che rompe la divisione che in precedenza avevano nella loro mente. Nei commenti hai menzionato che tu e Bob non avete amici musulmani nella vostra cerchia, il che non è affatto sorprendente. Se Bob fosse effettivamente amico di musulmani e sentisse che alcuni musulmani sono nel suo gruppo perché condividono molti dei suoi interessi, valori, umorismo, ecc., Sarebbe impossibile per lui odiare i "musulmani" in generale, e lui sarebbe costretto a sviluppare una visione più sfumata di ciò che significa essere musulmano.

Ho avuto questa esperienza molte volte nella mia vita con persone omofobe. Sono cresciuto in un ambiente molto omofobico, compresi i miei parenti stretti e molti amici che crescono. Molto prima che sapessero che ero gay, discutevo con loro delle loro opinioni omofobe usando fatti, logica, scienza, ecc. Pensavo che se solo fossi riuscito a trovare l'argomento perfetto e inconfutabile, avrei potuto cambiare idea. Ma non è mai andata così. Sembrava che i miei argomenti li avrebbero solo rafforzati ulteriormente nelle loro opinioni, poiché avrebbero trovato la loro dubbia "scienza" e "fatti" a sostegno dell'idea che le persone gay sono disgustose, innaturali, perverse, immorali e dannose per la società. Non è stato fino a quando sono tornato a casa da adulto e ho iniziato a dire due semplici parole, "Sono gay", che la stragrande maggioranza delle persone a cui ero vicino ha effettivamente cambiato completamente le loro opinioni sull'omosessualità. Ho persino sentito alcuni di questi ex omofobi difendere le persone LGBT quando sentono commenti negativi nella loro cerchia sociale più ampia, ed è tutto perché quando pensano alle persone gay ora, non pensano a qualche strano fantasma immaginario là fuori nel mondo che minaccia il loro senso di normalità, invece, pensano a ME, una persona normale nel loro gruppo a cui tengono. Pertanto, gli stessi istinti all'interno del gruppo rispetto a quelli esterni al gruppo che in passato li rendevano odiosi verso le persone LGBT li hanno ora resi protettivi nei confronti delle persone LGBT.

Tutto questo può essere difficile da accettare se sei una persona molto logica (come me), ma la chiave per comprendere l'odio è rendersi conto che l'odio mai è basato su fatti e logica; l'odio è radicato nelle emozioni primordiali e cerca fatti falsi e una cattiva logica per giustificare la propria esistenza. L'unico modo per cambiare le emozioni primarie è fare appello a emozioni primarie ancora più forti. Portando qualcuno dal "gruppo esterno" al "gruppo interno", una persona odiosa può diventare un difensore del gruppo che odiava. Non è garantito che funzioni ed è importante riconoscere che ciò potrebbe richiedere tempo e pazienza. Richiede una vera connessione emotiva per essere stabilita, e questo può essere difficile, in particolare quando gli atteggiamenti di Bob potrebbero facilmente alienare potenziali amici musulmani. Ma nella mia esperienza, questo è l'unico modo per cambiare davvero le persone che hanno l'odio nel cuore. Discutere probabilmente rafforzerà le loro opinioni mentre attingono sempre più al pozzo senza fondo delle cattive informazioni disponibili su Internet, e cercare di svergognarli o punirli per le loro opinioni potrebbe portarli a sopprimere le loro opinioni in pubblico senza effettivamente cambiarle.

In termini di ciò che TU puoi fare nella situazione immediata, dovrebbe essere chiaro ormai che non penso che ci sia una risposta rapida e facile. Può darsi che non ci sia molto che puoi fare oltre ad essere paziente, condividere le tue esperienze, dare il buon esempio e sperare che alla fine Bob abbia un'esperienza che lo cambi. Ma se il tuo obiettivo è aiutare Bob a cambiare, non credo che discutere all'infinito o trattarlo con cattiveria sia produttivo.

Per ulteriori approfondimenti su questo argomento, leggere le storie dei suprematisti bianchi riformati è davvero utile e c'è molto materiale là fuori (solo Google, ad esempio, "i suprematisti bianchi riformati"). Ci sono anche intere organizzazioni che si dedicano alla riforma dei membri di gruppi odiosi, ad esempio Klansmen, neo-nazisti, ecc. Questi sono ovviamente casi estremi, ma l'odio è odio, e proviene dallo stesso luogo, quindi potresti avere un'idea di questi casi.

Ottima risposta. Dal momento che l'OP ha dichiarato nei commenti di avere amici musulmani (che non sono amici comuni di Bob), è un'idea per loro presentare Bob ai loro amici musulmani (se del tutto ragionevole o possibile) al fine di infrangerlo " mentalità "fuori gruppo"? O costringerlo sarebbe una cattiva idea?
In realtà ci ho pensato, ma non volevo dirlo perché pensavo che ci fosse qualcosa di strano nell'introdurre un amico musulmano specificamente allo scopo di riformare Bob ... come se l'amico A mi presentasse all'amico B proprio perché speravano che aiutassi a insegnare ad A a non essere omofobo, mi sarei offeso. Penso che potrebbe essere fatto, ma dovrebbe essere fatto in modo attento e dovresti parlare onestamente con l'amico musulmano di Bob prima di fare qualcosa del genere, e assicurarti che siano pienamente consapevoli ea proprio agio di ciò che sta accadendo.
Cerchiamo di [continuare questa discussione in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/64120/discussion-between-slow-loris-and-dzuris).
#2
+33
G. Bach
2017-08-19 17:12:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

TLDR: la cosa ragionevole e responsabile da fare è vedere se ciò che intende veramente è odio indiscriminato verso tutti i musulmani, o se ciò di cui è veramente preoccupato sono i numerosi effetti negativi di una popolazione musulmana in crescita (e sempre più islamista) in Gran Bretagna. Un comportamento interpersonale responsabile e caritatevole ci impone di prendere sul serio le reciproche preoccupazioni e vedere se e in che misura siamo d'accordo con loro, e sottolineare in un modo che ha la possibilità di essere ascoltati dove non siamo d'accordo. Fai appello a valori condivisi, riconosci i fatti pertinenti e le preoccupazioni valide e sii gentile, ma deciso in opposizione alla palese falsità.


Prendi sul serio le sue preoccupazioni. Parlategli di ciò che in particolare crede dei musulmani e fate appello alla valutazione dei fatti e siate disposti ad ascoltare i fatti (o le affermazioni) che ritiene pertinenti. Non sarai in grado di far cambiare idea a qualcuno accondiscendendogli, o definendolo bigotto, o mostrando un disprezzo per la sua opinione che spazza via tutto ciò che sembra rilevante per lui senza una vera considerazione. Dovrai impegnarti nelle idee in modo razionale ed empatico e ammettere i casi in cui vedi che potresti non essere d'accordo con lui, ma in cui ha ragionevoli preoccupazioni. Nessuno di noi ha risolto abbastanza i propri pensieri o è in grado di articolarli in modo abbastanza chiaro in tutti i casi da poter avere conversazioni su cose su cui non siamo d'accordo completamente senza attriti, quindi fai del tuo meglio per ridurre al minimo l'attrito che deriva da pensieri o parole sciatte essendo caritatevole nell'ascolto e nell'interpretazione delle sue parole; chiedi chiarimenti se non sei sicuro di cosa voglia dire.

Pensa che tutti i musulmani picchiano le loro mogli e abbiano schiave sessuali? Presentalo ad alcuni amici musulmani che chiaramente non lo fanno e riconosci che ci sono tendenze preoccupanti in Gran Bretagna a questo proposito. Sviluppi come la schiava sessuale infantile suona a Rotherham e in altri luoghi (solo un esempio di molte lamentele che potrebbero essere amplificate a una posizione estrema come "tutti i musulmani fanno X" nei tabloid) che sono stati ignorati in gran parte per paura di essere etichettati Il razzismo e il bigotto dimostrano che la condiscendenza verso qualcuno in quel modo ha effetti disastrosi, e da un punto di vista interpersonale è necessario riconoscere come valide lamentele. Non ammettere posizioni estreme come "tutti i musulmani violentano i bambini", perché chiaramente non lo fanno, ma non passare all'altro estremo del "niente da vedere qui", che può essere accolto da lui solo come delirante e un giudizio sul suo carattere morale.

Pensa che tutti i musulmani odino i gay? Presentalo ad alcuni amici musulmani gay e parla insieme con loro del motivo per cui l'Islam tradizionale li condanna e insegna che meritano punizioni severe, quali reazioni provano dai musulmani, dove vedono opportunità, quali valori risiede nella loro fedeltà e come si riconciliano. se stessi con l'Islam.

Pensa che tutti i musulmani siano islamisti? Parla di cosa intende esattamente con questo: sostegno alla lapidazione di adulteri, incarcerazione / esecuzione di blasfemi / satirici, fustigazione di persone che hanno rapporti sessuali extraconiugali, attuazione della legge matrimoniale islamica, ecc.? Ci sono numeri su quale percentuale di musulmani afferma di aderire a quelle nozioni, quanti sostengono la sharia in generale, ecc. Questi numeri sono preoccupanti, ma mostrano anche che molti musulmani non supportano quelle richieste specifiche. Riconosci la preoccupazione e spiega perché pensi che sia meno preoccupante di quanto pensi. Se non è d'accordo con la tua spiegazione, riconosci che si tratta di anticipare il comportamento futuro di grandi gruppi di persone e che non è affatto chiaro se una valutazione più ottimistica o più pessimistica si rivelerà accurata, quindi disaccordo su questo il punto, in una certa misura, va benissimo e potresti essere ingenuamente ottimista nelle tue opinioni.

Potresti non essere in grado di adattare le sue opinioni esattamente alle tue e non dovresti mirare a - lo considererà prepotente, condiscendente, moralista e ostinato. Ti vedrà come testardo e come chiudi le orecchie a ciò che considera valide preoccupazioni. Un amico che non può fare affidamento sul fatto che tu sia disposto ad ascoltare le sue preoccupazioni e riconoscendo che potrebbe avere una visione diversa, ma anche valida, delle cose rispetto a quella che non sarai tuo amico a lungo.

I commenti non sono per discussioni estese; questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/64111/discussion-on-answer-by-g-bach-my-best-friend-has-become-increasingly-xenephobi) .
Ho creato [una chatroom] (https://chat.stackexchange.com/rooms/64168/political-discourse-regarding-my-best-friend-has-become-increasingly-xenophobic-t), questo non lo è il posto per avere un discorso politico.
#3
+13
Džuris
2017-08-19 22:44:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Bob è davvero tuo amico?

E se Bob facesse questa domanda. Cosa dovrebbe fare Bob per convincerti che ha ragione? Quali articoli dovrebbe darti? Cosa dovrebbe dire? Che gli articoli che leggi sono propaganda ed è dimostrato dai fatti in questi articoli? Quali sarebbero i fatti che dovrebbe rivelare in modo che tu possa credere che la sua posizione sia quella corretta?

Sospetto che non ci sia nulla che possa fare domani per convincerti a cambiare opinione. Questo è un argomento enorme e non puoi cambiare l'opinione degli amici in questo modo.

Quello che puoi fare è discutere con passione. Se non sei d'accordo, esclama semplicemente

"Che diavolo Bob? È semplicemente sbagliato!"

e discuti i tuoi punti. Gli amici non sono solo intesi per concordare su argomenti, discussioni su argomenti in cui non sei d'accordo dovrebbero essere più vantaggiose per entrambi. Potresti trovare un terreno comune qui o là, potresti non essere d'accordo su altre cose. Con il tempo potresti convincerlo a unirsi alla tua parte su alcuni dettagli e lui ti convincerà su altri dettagli.

La situazione non è la stessa ma dovresti affrontarla nello stesso modo in cui provassi a convincilo che la musica di Justin Bieber è effettivamente pessima e che nessuna persona sana di mente la trova buona mentre continuava a condividere articoli dai siti dei fan di Justin Bieber.

#4
+6
English Student
2017-08-19 15:18:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ogni volta che qualcuno vicino a me fa un commento discriminatorio su un gruppo in particolare, tendo a chiedergli perché la pensa così. Una volta che si impegnano in un'affermazione apparentemente fattuale che so essere non vera , cerco di mostrare loro che è propaganda o malinteso tradizionale. Se necessario, spiegherò l'agenda politica o sociale alla base della diffusione di tali idee.

Faccio notare anche come le differenze religiose o culturali potrebbero spiegarlo. Infine, chiederei loro come influisce su di loro personalmente: anche se quello che dicono è effettivamente vero, proverei a far loro capire come non sia un motivo per loro di sentirsi ostili verso quella particolare comunità, e spesso si rendono conto di non avere motivo per sentire qualcosa contro quella comunità.

Può volerci del tempo per convincere e non puoi usare questo metodo con un fanatico impegnato ma se il tuo amico è una persona ragionevole come suggerisci che prima o poi capirà sicuramente.

#5
+5
Tomas
2017-08-19 17:38:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se ne hai già parlato con lui e gli hai fornito tutte le informazioni per fargli credere il contrario, allora non ci sono molte cose da fare. Devi accettare la sua "ignoranza" in questo caso. Quanto potrebbe essere difficile. A volte ci piace davvero mostrare la logica alle persone. Ma non tutti vogliono la tua logica. Sono arrabbiati e arrabbiati per qualcosa. L'unica cosa che puoi fare è trovare l'accettazione nella sua scelta. Se siete entrambi buoni amici, allora non vedo alcun problema a chiedergli di rispettare anche il vostro punto di vista sulla questione.

Bene, ho fatto del mio meglio per convincerti con le prove, ma temo di non poter fare altro che accettare la tua opinione. Spero che tu accetti il ​​mio. Quindi andiamo avanti con qualcos'altro? Non voglio rovinare la nostra amicizia per questo.

Credo che tu possa sempre chiedere al tuo amico di tenere in considerazione che sei offeso dal suo odio. Un buon amico dovrebbe rispettarlo ed evitare l'argomento con te.

Questa è la migliore risposta qui. A volte è meglio evitare un argomento delicato che cercare di convincere l'altra persona delle tue opinioni (non importa quanto ridicole possano essere le loro). Vedi anche [Liberarsi delle diverse opinioni politiche / ideologiche?] (Https://interpersonal.stackexchange.com/q/53/25) e le sue risposte.
Grazie, per me funziona. È davvero difficile evitarlo, soprattutto quando hai un senso di giustizia e la persona in questione è un parente stretto o un amico. Ma preferisco lasciarlo stare, quindi creare attriti nella relazione. In questo caso, penso che anche OP sia offeso dai discorsi di Bob. Non c'è niente di sbagliato nel dire al tuo migliore amico che ne sei offeso. Il rispetto reciproco è la soluzione. Grazie per aver aggiunto il link!
Mi piace questa soluzione immediata e la risposta accettata come soluzione a lungo termine.
#6
+4
sudowoodo
2017-08-19 16:45:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Oltre a ciò che dice Slow Loris sulla rottura della mentalità in gruppo / fuori dal gruppo, potresti (se possibile o ragionevole) presentare Bob ai tuoi amici musulmani.

Se Bob fosse effettivamente amico di musulmani e sentisse che alcuni musulmani sono nel suo gruppo perché condividono molti dei suoi interessi, valori, umorismo, ecc., sarebbe impossibile per lui odiare i "musulmani" in generale e sarebbe costretto a sviluppare una visione più sfumata di ciò che significa essere musulmano.

Ho commentato qualcosa di simile nel mio post sopra, ma penso che sia molto importante anche essere completamente onesti e rispettosi nei confronti di qualsiasi amico musulmano che stai presentando a Bob proprio per questo motivo. Altrimenti li stai fondamentalmente solo usando per il loro status di minoranza al fine di migliorare un'altra persona, il che è incasinato e ingiusto. Se Bob è fortunato e diventa un amico musulmano così disponibile, allora fantastico. Ma non è giusto assumersi la responsabilità di mettere in quella posizione un amico musulmano senza pretese. Non è compito loro riparare Bob.
Vorrei anche aggiungere che i membri delle minoranze perseguitate spesso sperimentano l'esaurimento nel trattare con persone come Bob. Se parli a un amico musulmano di Bob e ti dice "Ho a che fare con abbastanza schifezze nella mia vita, non mi sento intenzionalmente messo nella stessa stanza con qualcuno come Bob", allora DEVI rispettarlo.
Concordato @Slowloris. Questo presume anche che la xenofobia di Bob sia abbastanza lieve da non rispondere negativamente a questo incontro, o che non sia incline a inveire su questo argomento, o che avrebbe la decenza di non farlo di fronte a detto amico. Non rischierei se ci fosse QUALSIASI possibilità di mettere a disagio i tuoi amici musulmani. E piuttosto che incontrare lo scopo particolare di riformare Bob, stavo pensando più come se dovessero incontrarsi casualmente per altri motivi, ad es. alla festa di compleanno di OP. Non come una cosa del tipo "prendiamo un caffè e parliamo di islamofobia".
Ma sì, sembra un po 'forzato ora che la penso in questo modo.
@Slowloris Sono d'accordo. Ma sento il bisogno di sottolineare che anche se Bob fa amicizia con detto musulmano, ciò non garantirà che cambierà la sua opinione nei confronti di tutti i musulmani, potrebbe semplicemente vedere quel particolare musulmano come un'``eccezione '' e continuare come prima, forse. più privatamente. In effetti, molte persone affermano di sostenere musulmani / neri / gay / ecc. In pubblico per evitare di turbare i loro amici e per dare la risposta socialmente attesa mentre in realtà sono in disaccordo in privato a vari livelli (a volte estremi). Quello che le persone non dicono è potenzialmente più preoccupante di quello che sono.
#7
+1
CaptainBumbleFudge
2018-02-20 07:55:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Parla con loro di questo e cerca di convincerli ad articolare chiaramente le loro opinioni. Se sono ragionevolmente intelligenti, alcune domande ben fatte semineranno alcuni semi di dubbio nella loro mente, questo può essere molto potente. Evita di etichettare la persona in quanto ciò la spingerà più in profondità nella tana del coniglio.

Anche il tuo amico confonde musulmano con l'Islam? Proprio come tutte le religioni, l'Islam ha dietro di sé alcune idee terribili (e anche alcune positive). Sarei molto esplicito con questo, è molto facile trovare idee orribili nei testi religiosi, negare che questo darà loro una risposta.

Mantieni la calma, lasciali parlare ... e se si rivelano un orribile razzista poi smettila di bighellonare intorno a loro. Perdere gli amici che rispetti a volte è lo shock di cui hai bisogno per riconsiderare le cose nella tua vita.

Buona fortuna :)

(Anche menzionare il tuo offeso a qualcuno che pensa di avere i fatti dalla loro parte è un argomento suicida, sei perfettamente autorizzato a essere offeso ma pubblicizzarlo non aiuterà il tuo argomento)

Post solido, ma quando si risponde a una domanda è importante considerare la parola di OP come verità. In questo caso OP ha detto che * non * è perché l'amico odia sinceramente i musulmani e che vuole risposte su come farlo * e rimanere amici *. Quindi dire "se si rivela un orribile razzista, allora smettila di bighellonare" è ridondante e non utile nei confronti di OP
#8
  0
Tom Au
2017-08-31 03:17:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sarebbe meglio se tu stessi facessi esperienza in prima persona con amici musulmani. Se ne hai alcuni, potresti presentarli a Bob. Se non lo fai, trova un posto nella comunità in cui le interazioni con i musulmani siano positive, fatti degli amici e riferisci le tue esperienze a Bob. Il motivo è che sarai molto più credibile (per la maggior parte delle persone) se hai esperienza reale rispetto a se stessi cercando di "discutere" Bob in un vuoto intellettuale.

è che le sue opinioni stanno limitando le tue opportunità sociali e che tu non vuoi accettare tali limitazioni. Più precisamente, potrebbero non essere nemmeno nel suo migliore interesse, perché le sue possibilità sociali sono ugualmente "limitate". Ad un certo punto, potresti spiegare che non dovrebbe credere a tutto ciò che legge sui social media perché le persone lì hanno assi da macinare, che ha bisogno di provarlo da solo. Ma non sarai in grado di convincerlo a farlo finché non lo avrai fatto.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...